domenica, 20 Giugno 2021

Wind Jet/2: La Compagnia si dice sensibile ai problemi dei disabili

Passaggio aereo gratuito se la società di gestione abolisce il pagamento del servizio di assistenza

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la replica di Federico Crispino della Wind Jet alla protesta del presidente dell’Associazione Sportiva Il Gattopardo, Giuseppe Vella:
“Come anticipato per le vie brevi – scrive Crispino – da diverse settimane è stato soppresso il supplemento oggetto della discussione.
Tale supplemento è stato dapprima inserito come provocazione al fine di far meglio evidenziare alle associazioni come quella che la S.V. rappresenta il problema che i vettori incontrano presso le società di gestioni aeroportuali che erogano il servizio. Nei contratti di assistenza a terra, infatti, non vengono quasi mai inclusi i servizi ai disabili che vengono fatturati di volta in volta per cifre che si aggirano intorno ai 40 euro (es. di Fiumicino).
Prendiamo atto di aver in qualche modo creato una forma di discriminazione nei confronti dei passeggeri disabili che intendevano usufruire dei servizi Catania Roma a cui porgo le mie più sentite scuse a nome della Wind Jet che è stata peraltro più volte sensibile alla categoria trasportando gruppi di disabili a titolo gratuito.
Ribadendo che il supplemento è stato già abolito da settimane, mi spiace che la Sua associazione abbia puntato il dito solamente su Wind Jet – deridendo tra l’altro uno slogan che rappresenta una filosofia di azienda sana e trasparente.
Riprendendo la Sua correttissima e legittima domanda del perché un disabile debba pagare un costo aggiuntivo di 40,00 euro per poter utilizzare un mezzo di trasporto mi permetto ribaltare la stessa agli enti ed organizzazioni che leggono in copia del perché un vettore che vende un servizio aereo da Catania a Roma per 19,99 euro debba pagare 40 euro alla società di gestione che deve occuparsi dell’assistenza a terra dei passeggeri e dell’aeromobile. Non dimentichiamo tra l’altro che per l’erogazione di tale servizio viene spesso utilizzato personale facente parte di associazioni di volontariato come la Croce Rossa.
Per dimostrare la grande sensibilità che Wind Jet rivolge al problema del trasporto dei passeggeri portatori di handicap ci rendiamo sin d’ora disponibili a rendere il servizio aereo su Fiumicino a titolo gratuito qualora la società di gestione abolisse il pagamento del servizio di assistenza ai passeggeri disabili.Rinnovando le mie scuse colgo l’occasione per porgere i miei più cordiali saluti”.

News Correlate