lunedì, 1 Marzo 2021

2018 record per Uvet: ora il sogno è creare una grande catena alberghiera italiana

“Il 2018 anno record per Gruppo Uvet ma positivo anche il primo anno di Blue Panorama Airlines”. È quanto ha affermato Luca Patanè, presidente del Gruppo Uvet, nell’ambito della XVI edizione del Biz Travel Forum di Milano (28-29 novembre).

“Il 2018 è stato un anno record per il Gruppo, il giro d’affari ha superato i 3 miliardi di euro equamente suddiviso tra ‘diretto’ (generato dalle aziende controllate) e ‘indiretto’ (ossia il Global Travel Value prodotto grazie a Uvet dalle agenzie di viaggio che appartengono ai network del Gruppo). Nelle nostre stime l’Ebitda dovrebbe raggiungere i 28 milioni di euro registrando quindi una crescita di circa il 25% rispetto all’anno scorso – ha detto Patanè – Definirei la nostra crescita molto solida, grazie anche alle ultime acquisizioni (la compagnia aerea Blue Panorama Airlines, i TO Settemari e Condor, l’Hotel Berna a Milano, il Resort Gangehi alle Maldive e il nuovissimo Kilindini a Zanzibar) che contribuiscono a migliorare le economie di scala del Gruppo. Negli ultimi dieci anni, anni della crisi, siamo cresciuti da 300 a 1800 addetti (di cui l’80% in Italia) con operatività in tutto il mondo. Oggi Uvet rappresenta un gruppo internazionale composto da una trentina di aziende organizzate all’interno di sette aree di specializzazione che coprono tutta la gamma dei servizi legati al mondo dei viaggi”.

Il 2018 per Blue Panorama è stato un anno di palestra, durante il quale sono stati fatti importanti investimenti su aeromobili, personale e nuove destinazioni con l’obiettivo di migliorare il servizio offerto tutti i giorni. Oggi si possono vedere i frutti di questo lavoro: i passeggeri sono aumentati del 13% a 1,7 milioni, anche grazie alle otto nuove tratte, domestiche e internazionali, per un totale di oltre cinquanta destinazioni in quattro continenti.

BPA è stata premiata come miglior compagnia leisure italiana del 2018 da Skytrax sulla base di un sondaggio su 335 compagnie aeree di tutto il mondo che ha coinvolto più di 20 milioni di persone e, in occasione dei Mondiali di calcio 2018 in Russia, sono stati operati voli dedicati per le nazionali del Senegal e del Messico, oltre al Real Madrid in occasione della finale di Champions League. Infine, dal 2019 tutto il personale di bordo di Blue Panorama avrà nuove divise, pensate e disegnate proprio per venire incontro alla loro esigenza di comodità ed eleganza durate il lavoro di tutti i giorni.

“Quest’anno, ormai prossimo alla chiusura, cresciamo in tutte le aree, il Business travel, la Mobility, anche il Tour operating ha registrato un importante crescita (+26%), nonostante un mercato per nulla semplice. Buona la performance anche nell’area Eventi dove pensiamo tra l’altro di allargare il nostro raggio di azione espandendoci in Francia dove avevamo già una piccola presenza. Stiamo investendo anche sul blockchain, la robotica intelligente e abbiamo istituito un Think Tank interno al Gruppo in collaborazione con Ambrosetti. Ho sempre a cuore – ha sottolineato Patanè – l’innovazione perché vogliamo stare vicini ai clienti e ai dipendenti. Inoltre il Gruppo è attento alla sostenibilità, abbiamo abolito la plastica nei nostri uffici e la nuova divisa di Blue Panorama presentata oggi è realizzata solo con tessuti naturali. Tra gli obiettivi per il 2019 – ha concluso Patanè – certamente una nuova acquisizione, che non posso anticipare, mentre tra i sogni nel cassetto c’è tra gli altri quello di creare una grande catena alberghiera tutta italiana per sopperire a quella che ritengo una grave mancanza per il nostro turismo e per un Paese come l’Italia. È un sogno ovviamente complicato da realizzare in tempi brevi, ma diciamo in una trentina d’anni ce la si può fare. Se ci sarò io bene, altrimenti ci saranno i miei figli”.

News Correlate