Per KiboTours il futuro del turismo è sempre più tailor made e green

Il futuro del turismo è tailor made e green. Ne è convinto Roberto Narzisi, managing director di KiboTours. Nato come specialista in tour nel Sud Est Asiatico ha creato negli ultimi anni una serie di canali innovativi che stanno disegnando un nuovo modo di intendere il viaggio di piacere. Tra le novità di quest’anno un progetto dedicato al mondo dei runner, che parte da una costola del fortunato ‘KI-Events’, ideato per chi desidera muoversi per seguire eventi come partite di calcio, competizioni sportive, manifestazioni. E abbinare all’appuntamento qualche giorno di vacanza.

“Una nuova idea, dedicata a chi ama correre – annuncia Narzisi – la stiamo perfezionando proprio in questi giorni, la presenteremo a breve”. Confermato il progetto EMeeting, che mette a disposizione dei viaggiatori che scelgono le agenzie partner di KiboTours Bowler Club un team di esperti della destinazione prescelta, per creare insieme il viaggio su misura e realizzare anche i sogni più arditi. “Utilizziamo la tecnologia per il grande aiuto che ci fornisce – sottolinea Narzisi – e allo stesso tempo valorizziamo il lavoro artigianale degli adv, visto che riteniamo che il rapporto personale sia fondamentale per un vero customer care”.

Tra le altre news una programmazione dinamica di viaggi, che si affianca alle proposte più tradizionali e strutturate, per cogliere appieno il mood del momento. Quasi una bacchetta magica che realizza i desideri.
“Le persone sono guidate dalle emozioni nello scegliere una destinazione – continua il managing director – e ci siamo chiesti come riuscire a rispondere al meglio a questa esigenza. Capita che si creino veri e propri trend verso alcune destinazioni specifiche, in seguito a diversi fattori come l’uscita di un libro, un film, un evento artistico o culturale. Nostra mission è quella di fornire le proposte top per viaggi ricercati. A livello di gruppo – conferma Narzisi – entro il 2020 completeremo un programma di revisione dell’intero ciclo di lavorazione riducendo del 50% le emissioni generate dal nostro lavoro e compensando l’altro 50% attraverso varie iniziative. Noi siamo una realtà piccola, e questi obiettivi sono realisticamente raggiungibili, iniziamo a fare la nostra parte”.

www.kibotours.com

News Correlate