domenica, 27 Novembre 2022

KKM Group tira le somme dell’estate e si prepara a sbarcare nel metaverso

Bilancio positivo per l’estate di KKM Group, nonostante le difficoltà organizzative legate al traffico aereo, che hanno comportato uno sforzo umano e finanziario notevole per l’operatore, da sempre attivo nel campo del consolidamento della biglietteria. I volumi di vendita sono tornati al livello del 2019 e, considerato che si riferiscono solo al periodo marzo/agosto, superano le aspettative e hanno permesso di ripagare gli investimenti sostenuti a cavallo tra 2019 e 2020 per il rilancio del network EnjoyNet e l’apertura del tour operator “in-house” Enjoy Destinations.

“Gli eventi di questa estate mi spingono ad esortare tutto il settore a cambiare il sistema e a rivedere i criteri legati alla selezione dei partner. Le agenzie di viaggio, i network e i TO dovrebbero limitare se non evitare di utilizzare vettori che non riconoscono gli intermediari e non tutelano il cliente, privilegiando altre compagnie più corrette nello sviluppo di relazioni commerciali proficue per entrambe le parti. In questo momento storico del turismo, l’intermediazione ha una grande occasione di rilancio: per riqualificare il suo ruolo agli occhi del consumatore deve però impegnarsi a livello di comparto, per trasmettere qualità e affidabilità rispetto alle sorti del viaggio ‘fai-da-te’. Aggiungo che è necessario fare quadrato contro tutte le forme di abusivismo per evitare di leggere ancora notizie di clienti truffati da adv e TO non in regola con tutte le coperture necessarie a tutela dei viaggiatori”.

A fronte di un’estate migliore delle aspettative, il futuro è denso di novità, a cominciare da KKM Experiences, contenitore di nuove proposte create internamente da KKM Group, attraverso contrattualizzazioni dirette per la clientela italiana, leisure e MICE. Oltre ai classici appuntamenti del GP di Formula 1, che proseguiranno fino al GP di Abu Dhabi del 20 novembre, entrano in programmazione la Champions League, il Sei Nazioni di Rugby e il Super Bowl del 12 febbraio in Arizona. Da segnalare anche un accordo con gli Orlando Magic, squadra simbolo della NBA, il campionato di pallacanestro professionistico degli Stati Uniti: oltre ad assistere ai match della NBA, gli appassionati potranno incontrare gli atleti e allenarsi sul campo con loro o, in ottica di team-building, creare la propria partita contro le vecchie glorie della squadra. Lo stesso format sarà disponibile con i New York Yankees, iconico brand della Major League Baseball (MLB).

“Stiamo finalizzando molti progetti – prosegue Cani – anche sul fronte tecnologico e della distribuzione. A Rimini saremo tra i primi ad entrare nel Metaverso e proporremo nuove opportunità anche sul fronte commerciale con TOuchpoint. Il nostro obiettivo non sarà mai la vendita diretta: mettiamo a fattore comune i punti di forza di tutti i partner per il bene e la crescita del gruppo e ci impegniamo a lavorare in un’ottica di lead generation a favore delle agenzie. Il nostro è un modello di sviluppo orizzontale, fortemente orientato ai valori del modello famigliare da cui siamo partiti, che rifugge dalle impostazioni gerarchiche tipiche delle grandi aggregazioni”.

La fedeltà che contraddistingue le relazioni tra KKM Group e i suoi partner distributivi è contemporaneamente motivo e conseguenza dell’ottimo andamento estivo del tour operator, con particolare riferimento alla destinazione Stati Uniti.

“Abbiamo superato il biennio pandemico con una programmazione di qualità, replicando il nostro modello operativo sulle destinazioni di volta in volta raggiungibili in base alla normativa. La cosa più importante è che non abbiamo mai lasciato sole le agenzie, garantendo assistenza operativa e rimborsando tutti i voucher. Dopo Nord e Centro America, siamo pronti a ripristinare la programmazione su Oceano Pacifico e Indiano, che presenteremo a TTG. Per quanto concerne le vendite sulla stagione invernale, cresce la domanda di viaggi di gruppo e Caraibi. Bene Giordania e Medio Oriente, anche in formula short-break”, ha detto Roberto Maccatrozzo, Responsabile Tour Operator.

Sul fronte del network, l’introduzione della piattaforma Travel Compositor e il conseguente processo di transizione digitale, ha permesso di migliorare sensibilmente performance e marginalità delle agenzie, intercettando con successo la crescita della domanda. L’outlook per la fine dell’anno è positivo, nonostante le incognite legate all’evoluzione della crisi sanitaria e geopolitica. L’inflazione al momento non ha inciso sulle prenotazioni autunnali, ma potrà determinare un rallentamento sui periodi di alta stagione, come Capodanno. Anche per le adv EnjoyNet sono previste importanti novità che potrebbero essere presentate in quella che sarà la prima convention nel Metaverso.

News Correlate