sabato, 26 Settembre 2020

Riparte l’estate Valtur: 7 strutture aperte tra Italia, Mediterraneo e Mar Rosso

Tutto è pronto per una vacanza Valtur. Lo sforzo messo in campo per offrire anche nell’estate 2020 tutti i tratti distintivi del format del brand, incentrato sul punto di forza di far adattare il villaggio al viaggiatore, ha accelerato un processo già avviato e rodato, al fine di dar vita a una nuova modalità on demand di intendere l’all inclusive.

La ripresa delle attività inizia dall’Italia dove il 27 giugno ha riaperto i battenti il Valtur Sardegna Baia dei Pini Resort, affacciato sul litorale di Budoni, l’altra proposta sarda, il Valtur Sardegna Tirreno, incorniciato dai profumi della macchia mediterranea della suggestiva Cala Liberotto, è operativo dal 4 luglio.

Due ancora le strutture italiane dell’estate 2020, entrambe in Calabria, e aperte dal 3 luglio: il Valtur Calabria Otium Resort, immerso nel verde e affacciato su una vastissima spiaggia alle porte di Sibari, e il Valtur Calabria Il Cormorano Resort, ulteriormente valorizzato dalle opere di restyling appena ultimate, con un raffinato tocco di contemporary design.

La programmazione estera ripartirà dal 20 luglio con la qualità assoluta del Valtur Djerba Golf Resort &SPA, tra le proposte più apprezzate dell’isola per l’eleganza di spazi e dotazioni, il campo da golf, nonché per lo spettacolare punto mare dalle trasparenze caraibiche. Il 29 agosto sarà la volta delle due strutture egiziane, il Valtur Marsa Alam Oriental Coast e il Valtur Sharm Reef Oasis Blue Bay, in evidenza per l’elevato standard del servizio, la posizione e le aree SPA.

Sicurezza e creatività staranno sempre insieme nell’estate Valtur 2020, così come lo sarà ancora una volta l’attenzione per la sostenibilità a partire dall’interazione con il territorio di riferimento e dalla cura per l’ambiente. Il programma ‘Stay Safe’ è all’insegna della massima tutela della salute degli ospiti e dell’adeguatezza degli ambienti, con un’impostazione che non appesantirà minimamente la percezione degli spazi e la fruizione dei servizi, grazie alla costante e discreta supervisione di figure professionali formate ad hoc. Le camere, in Italia e all’estero, saranno sempre sanificate dopo l’uso, così come le altre parti e le dotazioni di uso comune. I tavoli assegnati e il servizio dei piatti da parte del personale addetto saranno un valore aggiunto per le esperienze legate alla ristorazione.

“Abbiamo creato una task force diversificata per obiettivi – afferma Roberto Pagliara, presidente Valtur – operando, da un lato, sulla preparazione del prodotto e, dall’altro, sulla creazione di un’experience pensata anche per bilanciare gli effetti di un periodo stressante come quello che tutti abbiamo vissuto, garantendo, al tempo stesso, alla distribuzione degli asset forti legati alla sicurezza e alla personalizzazione della vacanza. La partnership con un marchio prestigioso come Mondadori, che continueremo a sviluppare, va esattamente in questa direzione, votata, appunto, alla personalizzazione e all’esclusività. Lo stesso vale per la app attraverso la quale consultare con semplicità contenuti esclusivi, attività e esperienze all’interno del villaggio. Crediamo che, oltre alla qualità intrinseca del prodotto, base inequivocabile dalla quale partire, siano questi gli elementi in grado di fare la differenza perché rispondono veramente alle esigenze delle persone”.

News Correlate