martedì, 3 Agosto 2021

Nuova programmazione Oman per Originaltour, novità a Expo Dubai

Originaltour dà gli ultimi ritocchi alla programmazione dedicata all’Oman per i viaggi autunno/inverno. Sono viaggi effettuati in fuoristrada, mezzo più idoneo sia per gli itinerari individuali sia per nuclei familiari o piccoli gruppi di amici. Anche i tour di gruppo Originaltour sono effettuati in fuoristrada che oltre a consentire di raggiungere luoghi fuori dai classici itinerari, offrono una maggiore comodità e sicurezza.
“Confermiamo il nostro ‘Oman Classico Gold’, un tour di gruppo in fuoristrada e con guida italiana, con un itinerario incentrato sugli spazi aperti e sulla natura perché prevede due deserti, il Wahiba Sands e il deserto bianco di Woodland, la visita delle oasi; inoltre, si dorme in campo tendato – afferma Loredana Arcangeli, DG dell’operatore – Anche gli altri tour previsti in Oman sono tutti basati su fuoristrada: non è una novità per noi, negli anni passati li abbiamo sempre organizzati con questo mezzo perché il nostro target di clientela è medio/alto, che si muove su base individuale o al massimo in piccolissimi gruppi”.

Per quanto riguarda le altre destinazioni, Originaltour punta molto a Dubai in occasione dell’Expo 2020 in calendario dal 1° ottobre al 31 marzo 2022. L’operatore propone uno speciale pacchetto di 5 giorni/4 notti partire da 590 euro in hotel 4**** e da 650 euro in hotel 5**** e che comprende 4 pernottamenti con prima colazione, biglietto per 2  iorni di ingressi ad Expo, la card della metro con 4 Way da/per Expo, mezza giornata di city tour di Dubai incluso un ingresso per salire al Burj Khalifa che, con i suoi quasi 830 m è il grattacielo più alto del mondo. Un’altra destinazione importante per Originaltour è l’Uzbekistan, per il quale l’operatore propone tour effettuati su base privata con guida parlante italiano, con voli Turkish Airlines per raggiungere Samarcanda, Tashkent e anche i nuovi scali di Urgench e Fergana.

“La situazione è ancora abbastanza complessa perché molti paesi sono ancora chiusi al turismo mentre per altri è richiesta la quarantena in andata e comunque al ritorno in Italia. Inoltre se non sarà tolto il divieto di uscire da Schengen da parte del governo italiano non potremo iniziare a lavorare, perché le nostre destinazioni sono tutte extra CEE. Non voglio polemizzare ma mi sembra che non ci sia molto interesse a risolvere questa situazione da parte dei ministeri preposti. Tuttavia l’interesse per ripartire c’è. Riceviamo richieste di preventivi per Oman, Uzbekistan, Dubai e anche Maldive e Micronesia e tutto il sud est asiatico in generale, ma in realtà siamo bloccati dalle disposizioni governative che sembrano preoccuparsi solo del turismo incoming, dimenticandosi dell’outgoing extra CEE. Per tutte le destinazioni della nostra programmazione stiamo prevedendo esclusivamente tour privati e al momento le partenze SIC sono in stand by. Stiamo comunque investendo e lavorando alla ripresa e a breve sarà rilasciato il nostro nuovo website, sul quale siamo attualmente impegnati”, conclude Loredana Arcangeli.

News Correlate