lunedì, 17 febbraio 2020

Anche FS aderisce al Manifesto di Assisi contro la crisi climatica

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, e il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, parteciperanno alla presentazione del Manifesto di Assisi. L’evento si terrà venerdì 24 gennaio alle 9.30, nel Salone papale del Sacro convento. Il manifesto, documento contro la crisi climatica, ha già raccolto oltre 1.500 adesioni, tra rappresentanti di istituzioni, mondo economico, politico e della cultura, e punta a rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo.

Al manifesto aderisce anche Il Gruppo Fs Italiane per promuovere l’agire sostenibile quale vero e proprio volano dello sviluppo e della creazione di valore per il sistema Paese. “Un approccio realmente sostenibile è quello in cui vengono prese decisioni avendo ben chiaro il senso della prospettiva, non preoccupandosi solo degli effetti di breve periodo ma proiettandosi in un orizzonte di più ampio respiro”, ha commentato Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale del Gruppo.

“La sostenibilità – ambientale, sociale ed economica – è uno dei princìpi alla base del Piano industriale 2019-2023 di Fs Italiane cardine strategico che guida le attività di tutte le società del Gruppo”, sottolinea una sua nota. In dieci anni l’alta velocità italiana ha permesso di risparmiare l’emissione di 20 milioni di tonnellate di anidride carbonica.

News Correlate