giovedì, 30 Maggio 2024

FS cresce a guarda alla Germania. Ferraris: Milano-Monaco in 4 ore

I nuovi progetti per i treni turistici ma anche una forte attenzione sugli investimenti per espandersi all’estero. In una lunga intervista alla Frankfurter Allgemeine Zeitung, l’AD di Ferrovie dello Stato Luigi Ferraris, racconta i piani per il futuro. Tra questi il piano per sviluppare i collegamenti oltre frontiera, verso l’Austria e la Germania. Al più tardi nel 2026, Trenitalia ha intenzione di realizzare il collegamento Frecciarossa tra Milano e Monaco di Baviera. Il tragitto, per il quale ad oggi sono necessari ben 7 ore e 17 minuti, oltre a diversi scali, richiederà in futuro una durata poco più superiore alle 4 ore, secondo quanto annunciato da Trenitalia.

A Roma si dice di voler sviluppare l’offerta con la collaborazione di Deutsche Bahn, puntando così alla ripartizione dei costi e degli utili. Trenitalia spera in questo modo di beneficiare di tariffe accettabili e di una rapida autorizzazione del Frecciarossa sulle ferrovie tedesche, dove ad oggi la circolazione non è ancora autorizzata. Anche i collegamenti diretti verso la Svizzera e la Germania presentano margini di sviluppo.

“Se volgo il mio sguardo al futuro, ho l’impressione che la vera concorrenza non avrà luogo tra noi e la Deutsche Bahn o la SNCF, ma piuttosto tra il trasporto ferroviario pubblico e quello privato”, dice comunque Ferraris, secondo il quale, “la concorrenza è sempre positiva. Questa rende le aziende più veloci, efficienti e d’impatto”.

News Correlate