sabato, 4 Dicembre 2021

Traffico aereo in Italia oltre previsioni nei primi 9 mesi 2021

Il traffico aereo in Italia va meglio delle previsioni. Parola di Paolo Simioni, ad di Enav, che dice: “nei mesi estivi abbiamo gestito tra il 70 e l’80% del traffico del 2019 con giornate che hanno raggiunto il 100%. Il trend di crescita è costante e, in alcuni giorni di ottobre, abbiamo anche superato i voli del 2019”.

I primi nove mesi del 2021 sono stati caratterizzati da una decisa ripresa del traffico aereo specialmente nel periodo estivo. In Italia, il risultato complessivo, rispetto al corrispondente periodo del 2020, per le unità di servizio di rotta, ha mostrato un incremento del 24,1% modificando il trend negativo del primo semestre (-16,6%) grazie al positivo andamento del terzo trimestre 2021 che ha evidenziato una crescita dell’83,1%.

E la crescita del traffico in Italia è superiore alla media dei principali paesi europei. Infatti, in Europa, sempre con riferimento alle unità di servizio, il dato medio del periodo gennaio-settembre 2021 per gli Stati aderenti ad Eurocontrol è stato del +8,3%; in particolare: Germania (-5,2%), Gran Bretagna (-12,9%), Spagna (+17,5%) e Francia (+8,1%). Se il traffico di rotta è aumentato del 24,1%, quello di terminale ha registrato un +14,5%.

Intanto, Enav ha chiuso i primi 9 mesi dell’anno con un risultato operativo (Ebit) consolidato e un utile netto consolidato rispettivamente a 55,6 milioni di euro (-28,2%) e 41,8 milioni di euro (-24,1%) per effetto essenzialmente del differente perimetro regolatorio. L’Ebitda consolidato si è attestato a 146 milioni, in calo del 16,4%, i ricavi consolidati sono stati pari a 587,6 milioni di euro, stabili rispetto allo stesso periodo del 2020 per effetto combinato tra l’aumento del 23,8% dei ricavi da attività operativa e la riduzione del 24,1% della componente di balance.

 

News Correlate