venerdì, 27 Novembre 2020

La Tav si farà, siglato l’accordo Italia-Francia

Ora può partire l’iter per l’elaborazione del progetto definitivo

Nuovo tassello per la realizzazione della linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione. La commissione intergovernativa (Cig) Italia-Francia ha formalizzato a Parigi l'intesa decisiva raggiunta il 27 settembre dai ministri dei Trasporti, Altero Matteoli e Thierry Mariani, per ripartire i costi della tratta transnazionale della nuova linea ferroviaria Torino-Lione. Nel corso dell'incontro, i due ministri erano giunti all'accordo per la ripartizione delle spese dell'opera (57,9% per l'Italia e 42,1% per la Francia), necessario per la revisione del trattato tra i due Paesi siglato nel gennaio 2001 a Torino. L'intesa franco-italiana sulla parte economica era una delle condizioni per siglare il nuovo trattato per la Torino-Lione e per ottenere il contributo dell'Unione europea. A questo punto potrà dunque essere avviato l'iter per l'elaborazione del progetto definitivo. 
"La Tav si farà nei tempi stabiliti – ha dichiarato il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota – i contestatori si possono mettere il cuore in pace. Si tratta adesso – ha concluso – di trovare per il territorio le giuste compensazioni".
La nuova tratta transnazionale consentirà di raggiungere Parigi da Milano in 4 ore, contro le attuali 7 ore. Il costo totale della linea è stimato intorno ai 15-20 miliardi di euro, di cui una parte finanziata dall'Ue.

News Correlate