lunedì, 28 Settembre 2020

Ntv e le sfide per il 2018: sbarco in Borsa e gare per tratte interregionali 

Ntv è pronta a sbarcare in Borsa nel 2018 sarà l’anno dello sbarco in Borsa per Ntv. “Andremo in Borsa l’anno prossimo, nel 2018 ci quotiamo”, ha garantito il presidente e fondatore di Nuovo Trasporto Viaggiatori, Luca Cordero di Montezemolo ospite della trasmissione ‘Night Tabloid’, dando per la prima volta una data all’Ipo già nell’aria da qualche mese.

La società ferroviaria privata che è dal 2012 sui binari dell’alta velocità con i treni Italo, dopo aver passato anni di difficoltà, attraverso una ristrutturazione del debito e una ricapitalizzazione da 100 milioni nel 2015, è riuscita nel 2016 a vedere il suo primo utile e ha archiviato il primo semestre del 2017 con ricavi in crescita del 25% ed Ebitda del 55%. A metà anno era cambiata anche la compagine azionaria, con l’ingresso di Peninsula Capital che, con il 13%, è diventata uno dei maggiori soci. Che la società fosse tornata appetibile lo aveva già dimostrato l’esito della prima emissione obbligazionaria lanciata a metà giugno, chiusa in anticipo e con una richiesta circa 4 volte superiore all’offerta.

Ma nel futuro c’è anche la sfida dei treni regionali. All’Expo ferroviario di Rho, Ntv ha infatti annunciato l’arrivo del pendolino Evo Alstom. “Noi siamo presenti sull’alta velocità perché è stata quella liberalizzata, ma saremmo pronti a partecipare a delle gare vere nelle tratte interregionali”, ha assicurato ancora Montezemolo, precisando tuttavia che “oggi quest’apertura non c’è”.

News Correlate