sabato, 19 Giugno 2021

BizAway certifica anche lo stato di salute di chi viaggia per lavoro

C’è ancora grande incertezza nel settore dei viaggi. Il comparto mostra solo ora segni di timida ripresa, ma certo è che sono ancora molte le limitazioni e che viaggiare, per piacere o per lavoro, presenta un numero notevole di incognite. Per contenere contagi e tutelare la salute dei viaggiatori e, al tempo stesso, della comunità globale, alcuni Paesi richiedono che i viaggiatori in ingresso certifichino il loro stato di salute, effettuando il tampone a ridosso della partenza.

BizAway, startup italiana che attraverso la sua piattaforma digitale consente di pianificare l’intero processo del viaggio di lavoro, inclusi gli aspetti amministrativi, dando accesso a voli, treni, auto a noleggio e a 1,2 milioni di hotel in tutto il mondo, è in grado di offrire una soluzione concreta al problema della certificazione dello stato di salute. Grazie all’accordo siglato con Ambimed, società leader in Italia nel settore della medicina dei viaggi, è possibile fornire ai viaggiatori tutte le informazioni in linea ai dettami dell’OMS, chi prenota un viaggio d’affari sulla piattaforma BizAway può ricevere l’assistenza necessaria per capire (e risolvere) in tempi brevi le questioni legate alle normative sanitarie in vigore presso il Paese di destinazione.

“Grazie ai nostri contatti con le ambasciate e le autorità competenti in tutto il mondo, a partire dalla Farnesina in Italia, siamo sempre aggiornati sulla situazione in ciascuno Stato e possiamo fornire ai nostri clienti le ultime informazioni disponibili – spiega Antonio Carlucci, Business Development di BizAway – Essendo un contesto in continuo divenire, che cambia a seconda dell’andamento dei contagi, è comprensibile la grande incertezza tra coloro che devono intraprendere un viaggio. La partnership in essere da fine giugno con Ambimed, con la quale condividiamo l’obiettivo della sicurezza dei viaggiatori, ci permette di offrire un servizio mirato e molto importante, che può davvero cambiare le sorti di un viaggio d’affari, evitando spiacevoli imprevisti. Nel settore del business travel siamo la prima piattaforma a offrire questa opportunità, oltretutto a un prezzo competitivo per i nostri clienti”.

BizAway e Ambimed, oltre a fornire le informazioni necessarie sulle normative vigenti nel Paese di destinazione, danno la possibilità di prenotare, effettuare il tampone e ricevere i risultati, il tutto entro 24-48 ore dalla partenza. Al viaggiatore non resta che prenotare il tampone presso il più vicino centro del network di Travel Clinics Ambimed per sottoporsi al PCR Swab Test, che verrà effettuato sulla base degli specifici requisiti richiesti dal Paese di destinazione. Questo tipo di test è l’unico valido e riconosciuto a livello internazionale dalle autorità doganali.

“Riusciamo a garantire a ridosso della partenza una serie di operazioni, dalla prenotazione alla refertazione, che normalmente richiederebbero molto tempo: ci occupiamo di tutto noi, attraverso le nostre strutture, in modo da dare la massima serenità a chi parte in questo delicato momento storico – spiega Matteo Ventimiglia, AD di Ambimed – La collaborazione con BizAway è importante per dare ai viaggiatori e, in particolare, alle aziende con personale viaggiante, la possibilità di partire con la certezza di rispettare in maniera puntuale le policy doganali del Paese di destinazione, attraverso un servizio integrato ed erogato dalla nostra rete di travel clinics, Ambimed Point”.

News Correlate