giovedì, 15 Aprile 2021

Crisi Eurozona frena aumento prezzi hotel

A crescere secondo l’Hotel Price Index Caraibi, Nord America e area Pacifico

Aumenti del 3% per i prezzi medi degli hotel nel 2012 a livello globale. La crisi dell'Eurozona ha però contribuito a rallentare la crescita media globale dei prezzi (che nel 2011 era stata del 4%), frenandola soprattutto nella seconda metà dell'anno. E' quanto rileva l'Hotel Price Index di Hotels.com.
Tre regioni si sono distinte in particolar modo: i Caraibi, che hanno visto una crescita del 6%, il Nord America che, con una delle migliori performance degli ultimi anni, ha fatto registrare un aumento dei prezzi del 5%, e l'area del Pacifico (+4%). I prezzi in Asia sono saliti del 2%, in America Latina dell'1%, mentre in Europa e Medio Oriente hanno subito un leggero calo.  
"Il mercato alberghiero europeo – commenta David Roche, presidente di Global Lodging Group per Expedia Inc – non è immune ai problemi economici di quest'area e non è riuscito a tenere il passo della ripresa verificatasi a livello globale nel 2012. Nonostante il generale aumento dei prezzi, i soggiorni in hotel continuano però ad essere convenienti per i viaggiatori, con tariffe ben lontane dai picchi fatti registrare cinque anni fa".

News Correlate