Franceschini: estendere aiuti al settore turistico e incentivare le riaperture

 “Nel ritorno graduale alla ripresa delle attività è necessario che il sistema di aiuti, ammortizzatori sociali e indennizzi si adatti ai settori che stanno riscontrando maggiori criticità. Per questo siamo al lavoro per estendere le misure emergenziali e, al contempo, incoraggiando le riaperture nel settore turistico”. Lo ha detto il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, intervenendo alla prima riunione del tavolo di crisi per il turismo, l’organismo istituito dal decreto rilancio per esaminare le problematiche connesse all’emergenza da COVID-19.
“Per incentivare le riaperture – ha spiegato Franceschini insieme al sottosegretario Lorenza Bonaccorsi – stiamo lavorando a una misura che consenta alle strutture che fanno uscire i propri dipendenti dalla cassa integrazione di non pagare per un tempo limitato gli oneri contributivi. Una misura temporanea che genera vantaggi per lo Stato, che avrà meno persone in cassa integrazione, e allo stesso tempo sostiene le riaperture”.

News Correlate