martedì, 2 Marzo 2021

Il futuro roseo delle vacanze in camper in tempo di pandemia e Yescapa conquista la Germania

La piattaforma francese Yescapa ingrana la marcia del 2021 annunciando la sua terza operazione di espansione in due anni, con l’acquisizione delle attività tedesche del suo rivale SHAREaCAMPER. Con questa nuova acquisizione Yescapa, fondata nel 2012 a Bordeaux e presente in Italia da aprile del 2018, incrementa la sua offerta raggiungendo la quota di 10.000 veicoli disponibili per la condivisione in tutta Europa.
“Questa acquisizione rappresenta un grande acceleratore per la nostra realtà anche perché sono pochissime le aziende straniere che riescono a entrare con successo nel mercato tedesco. Grazie a questa azione potremo triplicare l’offerta di veicoli in Germania, un mercato essenziale, se si considera che oltre un quarto dei veicoli ricreazionali circolanti in Europa è immatricolato proprio qui”, commenta Benoit Panel, Presidente e Co-founder Yescapa.
Nell’ottica di una costante politica di espansione, l’inizio del 2021 segna anche il lancio del servizio sul mercato svizzero: dopo Francia, Spagna, Germania, Regno Unito, Italia, Portogallo e Belgio si aggiunge alla lista dei paesi presenti sulla piattaforma di condivisione camper tra privati anche la Svizzera.
“Un nuovo mercato e una nuova sfida che tocca in prima persona anche il team italiano, afferma Dario Femiani, Country Manager Italia Yescapa – Da adesso in poi i team Yescapa di Italia, Francia e Germania cominceranno ad occuparsi, ciascuno per la propria country di riferimento, del territorio svizzero. Una regione che, seppur di ridotte dimensioni, ha un fortissimo potenziale sia dal punto di vista della destinazione, sia dell’offerta di veicoli. Contiamo inoltre di lanciare il servizio di condivisione anche in altri Paesi: le nostre mire puntano all’Irlanda, l’Austria, la Croazia e il nord Europa”.
Discese clamorose e risalite stellari che chiudono il 2020 con segno positivo, sia grazie all’impennata di immatricolazioni di nuovi mezzi, che tra luglio e settembre hanno registrato +108% in Italia (+72% in Europa, secondo i dati forniti da ECF – European Caravan Federation), che alle richieste di noleggio di camper, van e furgoni camperizzati. Con un picco storico, raggiunto nel mese di giugno, di 2.000 richieste di prenotazione soltanto in Italia, Yescapa ha potuto contare su una stagione estiva che, scortata dall’obbligo di sicurezza e distanziamento sociale imposto dall’emergenza sanitaria, ha guardato al turismo in camper come concreta e sicura alternativa per potersi muovere in completa libertà.
La crisi sanitaria ha certamente contribuito a modificare ulteriormente la percezione del camper, così come a sensibilizzare un numero sempre maggiore di utenti rispetto alla possibilità di fruire di un’esperienza di viaggio en plein air o addirittura di poter pensare a uno stile di vita alternativo. Lo smartworking ha inoltre contribuito ad accelerare ancor di più l’esigenza di un tempo efficiente e produttivo ma svincolato dall’essere relegati a una scrivania.

News Correlate