martedì, 19 Gennaio 2021

Natale, Adoc: crollo vacanze, a casa il 73% degli italiani

Boom di acquisti low cost e last minute per cercare di risparmiare. Solo 3% può spendere 1000 euro

Previsioni nere secondo l'Adoc per le prossime vacanze di natale. "Si profila un Natale buio per il turismo – commenta Carlo Pileri, presidente dell'Adoc – visto che ben il 73% degli italiani passerà le feste natalizie tra le mura domestiche, in crescita del 24% rispetto allo scorso anno. Tra chi partirà, l'89% starà fuori massimo un weekend, l'11% una settimana. E il trend sarà ancora più negativo per il Ponte dell'Immacolata, sfruttato solamente da circa il 13% degli italiani. Sotto Natale crollano i weekend in Italia (-7% rispetto al 2010) così come i fine settimana all'estero (-8%). Tra le destinazioni preferite perdono punti le località di montagna, scelte dal 55% dei partenti (-6%), mentre guadagnano preferenze le città d'arte (+2%) e le località di campagna (+3%)".
Per Adoc la spesa media del viaggio, per quattro italiani su dieci, è di circa 400 euro a persona mentre solo il 3% può permettersi di spendere più di 1000 euro.
"Prevalgono – aggiunge Pileri – gli acquisti low cost, metodo di viaggio scelto dal 43% di chi parte, e last minute, scelto dal 23%. La struttura ricettiva preferita rimane l'albergo, nonostante un calo delle presenze pari al 5% rispetto allo scorso anno, incalzato dall'agriturismo, luogo prediletto dal 23% dei viaggiatori e dai bed&breakfast e ostelli, soluzione ottimale soprattutto per i più giovani. Continua – conclude infine Pileri – il boom dei viaggi a rate, che però presentano l'incognita dell'indebitamento al ritorno delle vacanze".

News Correlate