mercoledì, 21 Aprile 2021

Nel post covid i viaggiatori sono più indecisi e vogliono più scelte

Il 68% degli italiani ha dichiarato che vorrebbe una più ampia scelta nell’offerta tra compagnie aeree e provider di alloggi rispetto a quando prenotava prima della pandemia. A dirlo un sondaggio indipendente condotto per conto di eDreams ODIGEO in 8 Paesi tra cui Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Spagna, Portogallo, Stati Uniti e Svezia.
I desiderata dei viaggiatori italiani delineano nuovi bisogni da soddisfare nel post pandemia ma soprattutto un’opportunità per i player del settore. I siti e le app del Gruppo eDreams ODIGEO, grazie a una tecnologia all’avanguardia basata su machine learning, sono in grado di andare incontro alle richieste dei viaggiatori del futuro grazie a un’offerta composta dai voli di oltre 650 compagnie aeree partner e da 2,1 milioni di sistemazioni alberghiere, oltre a 274.000 opzioni di volo – il 94% in più rispetto alla prenotazione diretta – e 3.000 piani di viaggio ogni 5 secondi.
Inoltre, se si guarda più da vicino il sondaggio, si scopre qual è il fattore che i viaggiatori guardano con più attenzione al momento di scegliere: il 50% degli intervistati ritiene che il prezzo sia il primo criterio di scelta, seguito al secondo posto, con il 36% delle preferenze, da un itinerario di viaggio comodo. Solo un viaggiatore su dieci valuta come elemento di discrimine al momento della prenotazione il brand della compagnia aerea.
Se si considera cosa accade nel resto dei Paesi intervistati, si nota che i più attenti al prezzo del viaggio sono i portoghesi, con il 71% dei voti che identificano questo fattore come il criterio più importante quando si prenota, seguiti da spagnoli (61%) e svedesi (59%). I viaggiatori che scelgono di più in base alla comodità del tragitto sono gli italiani (36%), tallonati dagli americani (35%) e seguiti al terzo posto dai tedeschi (31%). Infine, se guardiamo quali Paesi attribuiscono più importanza al brand della compagnia aerea, al primo posto troviamo gli Stati Uniti (25%), seguiti a parecchi punti percentuali di distanza da Regno Unito (12%) e al terzo posto a pari merito (11%) troviamo Italia, Germania e Francia.
“Negli ultimi 12 mesi ci siamo impegnati per cercare di consolidare il nostro posizionamento sul mercato per essere all’altezza dei desideri dei viaggiatori nel post-pandemia. Dopo un anno di interruzioni e blocchi negli spostamenti tra Paesi, le persone non vedono l’ora di tornare a pianificare viaggi all’estero, ma stanno valutando come prioritari altri fattori rispetto a criteri come il tempo di volo, l’aeroporto di partenza e la destinazione delle vacanze. I viaggiatori sono alla ricerca di tariffe competitive, itinerari comodi, politiche di prenotazione flessibili, copertura assicurativa Covid-19 e alti standard in termini di sicurezza e pulizia”, ha detto Pablo Caspers, Chief Travel Officer di eDreams ODIGEO.

News Correlate