venerdì, 30 Ottobre 2020

Progressiva ripartenza delle prenotazioni e nuovi investimenti per Reisenplatz

Graduale e progressiva ripartenza delle prenotazioni per Reisenplatz. A tracciare un primo bilancio è Norman Tassin, business developer di Reisenplatz SA.

“La copertura di prodotto in tutto il mondo, ma soprattutto in Italia, – ha detto – ha permesso di garantire costantemente un prodotto competitivo alle agenzie del nostro circuito e quindi di avere un costante seppure più moderato flusso di prenotazioni nei nostri portali. I mesi di lockdown sono stati difficili, soprattutto in termini di CRM, ma il supporto dello stato svizzero ci ha permesso di congelare gran parte dell’azienda senza penalizzare in maniera preoccupante l’aspetto finanziario. Questi moderati, seppur confortanti risultati e la crescente propensione del mercato ai servizi digitali ci hanno convinto a continuare ad investire in nuove soluzioni tecnologiche. Reisenplatz.com è stato completamente ridisegnato per migliorare gran parte della usability della piattaforma grazie a un nuovo sistema di CMS che ci permette di presentare e segnalare agli agenti i prodotti che sono più apprezzati e prenotati dal nostro circuito.

La nuova piattaforma di Reisenplatz.com si affianca pertanto alla già consolidata piattaforma Easyreisenplatz.com caratterizzata in primo luogo da una ampia gamma di singoli servizi prenotabili (Hotel, Case, Voli, Trasferimenti, Activities e Autonoleggio), ma soprattutto dalla possibilità di fare dynamic packaging con i singoli servizi – rimarca Tassin – In questi mesi abbiamo rilevato che sono state molto apprezzate dagli adv alcune nostre caratteristiche. In primo luogo la multicanalità interna delle nostre piattaforme. Il fatto di avere due piattaforme connesse con fornitori diversi, rende le agenzie molto più competitive. Il fatto che con le due piattaforme, caratterizzate da funzionalità, tools e diversi servizi ci ha in sostanza non solo resi più competitivi, ma ci ha permesso di soddisfare i bisogni sia delle agenzie che vogliono fare self tour operating sia quelle che vogliono comprare pacchetti turistici ed infine il fatto che tutto ciò sia garantito da attività come la prevenzione overbooking in grado di prevenire le problematiche in loco ed intercettare eventuali alberghi chiusi a causa della crisi è stato ciò che ci ha permesso di supportare maggiormente le agenzie in questo difficile momento di mercato”, conclude Norman Tassin.

News Correlate