giovedì, 29 Ottobre 2020

Staycation al lago: 7 idee per un itinerario alternativo

Quest’anno la ‘staycation’ (termine anglosassone nato da stay, “restare” + vacation, “vacanza”), è stata protagonista indiscussa dell’estate. Oltre al classico soggiorno al mare o in montagna, sono stati in molti a scegliere il lago per staccare la spina e alternative slow come tenda, bungalow e camper hanno permesso di vivere qualche giorno di relax mantenendo sicurezza e distanziamento sociale.

Sia in estate o con l’avvicinarsi dell’autunno, il lago è sempre una buona idea: stando ai dati Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, il 58% degli italiani ha in programma almeno un viaggio nei prossimi mesi e, di questi, il 29% sta programmando un soggiorno proprio al lago.

Oltre ai più popolari Como, Garda o Trasimeno, l’Italia custodisce un tesoro inestimabile di laghi meno conosciuti e altrettanto affascinanti. Indie Campers, tra le principali realtà nel noleggio camper in Italia e Europa, ha selezionato sette laghi insoliti. Da nord a sud, una serie di specchi d’acqua con caratteristiche uniche o legati a storie magiche, da tenere a mente per un itinerario di viaggio diverso.

Laghi di Fusine (Friuli-Venezia-Giulia): adagiati ai piedi del monte Mangart, i laghi di Fusine sono un must per gli amanti della montagna. Il Lago Superiore e Inferiore sono collegati tra loro da facili sentieri immersi in un bosco di abete rosso che, trasformandosi a seconda delle stagioni, saprà lasciarvi senza fiato.

Lago Baccio (Emilia-Romagna): in Provincia di Modena, il Baccio è tra i più grandi laghi appenninici e sorge accanto al più popolare Lago Santo. Situato in una conca ad alto valore ambientale, è la meta perfetta per gli appassionati di storia e dei numerosi reperti archeologici rinvenuti nei dintorni.

Lago di Scanno (Abruzzo): il Lago di Scanno è il più grande bacino naturale d’Abruzzo, situato nell’alta valle del fiume Sagittario. Conosciuto per la sua inconfondibile forma a cuore, è un ambiente rilassante e romantico che non delude nemmeno i più sportivi, con la possibilità di praticare escursioni in canoa, pedalò o trekking.

Lago d’Averno (Campania): tappa immancabile per gli amanti della mitologia. Quello di Averno è un lago di origine antichissima, formatosi nella conca di un vulcano spento nei pressi di Pozzuoli. In passato le sue acque esalavano fumi cupi e misteriosi, tanto da essere creduto l’ingresso dell’Ade, il regno dei morti. Da non perdere i vicini Tempio di Apollo e Antro della Sibilla, testimonianze di storia greca nella natura.

Laghi Alimini (Puglia): un paradiso lacustre in Salento a pochi passi dal mare. Alimini Grande è infatti alimentato direttamente dall’acqua del mare e quindi salato, mentre Alimini Piccolo è un lago d’acqua dolce. Oltre alla spettacolare Baia dei Turchi, i dintorni degli Alimini ospitano il relitto della Dimitros, nave che si incagliò vicino alla costa nel 1978 e ancora visibile a pochi metri dalla spiaggia.

Laghi di Marinello (Sicilia): all’ombra del promontorio di Tindari, in Provincia di Messina, i laghetti di Marinello sono uno suggestivo spettacolo della natura che cambia forma sotto la spinta del vento e delle maree. All’interno dell’omonima riserva troverete la Grotta di Donna Villa: secondo un’antica leggenda, la grotta ospitava una maga capace di incantare i marinai e di attirarli a sé per divorarli.

Lago Omodeo (Sardegna): il Lago di Omodeo si trova nel cuore della Sardegna, in provincia di Oristano. Immerso nella natura selvaggia, è un bacino artificiale dove fare lunghe passeggiate o gite in canoa. Creato negli anni ‘20, oggi ospita diverse specie di uccelli ed è vicino a numerosi siti archeologici, tra cui i celebri nuraghi.

News Correlate