mercoledì, 25 Novembre 2020

Smartphone e tablet, sempre più italiani li usano per prenotare viaggi

Skyscanner ha rilevato un aumento del numero di viaggiatori che pianificano il loro viaggio utilizzando smartphone o tablet sia a livello globale con una crescita del 152% nelle ricerche, sia a livello italiano con un +158%. Ma Skyscanner ha anche avviato una ricerca per capire come i propri utenti cercano e prenotano i voli attraverso i diversi dispositivi. In Italia il 74% delle ricerche voli provengono da desktop, mentre il 16% da smartphone e il 10% da tablet.

La percentuale dei viaggiatori italiani che utilizza uno smartphone per ricercare i voli sulla piattaforma Skyscanner è aumentata del 113% nel 2014 rispetto al 2013, in linea con la crescita media europea (113%). Invece, la crescita del 45% delle ricerche effettuate da tablet sorpassa di molto quella europea, che si è assestata solo su un 35%, questo a dimostrazione che gli italiani si sentono sempre più a loro agio nelle ricerche online effettuate dai dispositivi mobili. Non solo la ricerca ha visto un aumento, anche le prenotazioni dei voli si effettuano sempre più utilizzando i tablet (+67%).

Lo studio ha analizzato come e quando gli italiani pianificano i loro viaggi aerei sui diversi dispositivi. Mentre l’ora di punta per le ricerche da smartphone è il lunedì alle 14, da tablet è sempre il lunedì ma alle 21. Le prenotazioni raggiungono il loro picco più alto da tablet il lunedì alle 22, il che implica che le persone navigano da casa con il tablet alle 21 e poi prenotano un’ora dopo. Le prenotazioni da smartphone invece hanno il loro picco il mercoledì sera intorno alle 21. Diverso il comportamento da desktop dove troviamo una convergenza delle ricerche e delle prenotazioni il lunedì alle 11 del mattino.

 A livello globale per quanto riguarda l’utilizzo da dispositivi mobili si è avuta una crescita del 152% per le ricerche voli, mentre ‘solo’ del 58% per le prenotazioni.

Osservando le tendenze globali, l’Asia conduce con il 31% delle prenotazioni dei voli effettuate da uno smartphone, rispetto all’Europa e alle Americhe con meno del 25%. D’altra parte, con un aumento del 62%, le Americhe hanno registrato la maggiore crescita delle prenotazioni da tablet.

Skyscanner ha anche scoperto che gennaio è il mese in cui la maggior parte delle applicazioni sono scaricate dai viaggiatori italiani. Ottobre invece è il mese con il minor numero di download.

Inoltre, la maggior parte delle applicazioni Skyscanner vengono scaricate a livello globale su dispositivi Apple, con un 55% iOS versus un 45% Android. In Italia accade esattamente il contrario: a farla da padrone sembrerebbe essere Android con un 55% contro un 45% di iOS.

“È interessante vedere – commenta Jenny Herbison, Mobile Business Strategy e Operations director di Skyscanner – come il comportamento dei viaggiatori italiani muti al cambiare dei dispositivi: ad esempio la ricerca voli viene effettuata la mattina alle 11 principalmente da desktop, il pomeriggio alle 14 da smartphone e la sera alle 21 da tablet. Il desktop sembra sempre più utilizzato durante le ore di ufficio, sia per le ricerche sia per le prenotazioni”.

News Correlate