venerdì, 16 Aprile 2021

Battiato: voglio fare cultura con C maiuscola, i siciliani non ne potranno più fare a meno

E sul ridimensionamento delle sagre: fuochi artifici meno rumorosi e salsiccia arrostita in casa

Franco Battiato vuole fare Cultura con la ‘C' maiuscola. Il cantautore, assessore al Turismo del governo Crocetta, durante una visita al teatro comunale 'Eschilo' a Gela, che sarà riaperto il prossimo 27 febbraio al termine dei lavori di ristrutturazione, ha incontrato i cronisti per la prima volta dopo la conferenza stampa di Palermo dello scorso 7 febbraio.
"Sono un artista e per questo godo di maggiore credibilità – ha detto Battiato – Intendo fare in Sicilia cultura con la C maiuscola perché quando la gente l'assaggerà non potrà più farne a meno". Quindi, riguardo alle casse vuote trovate all'assessorato che gestisce, Battiato ha detto: "la politica ha fatto altro. Adesso ci vuole buona volontà per ricominciare". 
Infine, un commento anche sull'annunciato taglio dei finanziamenti dell'Unione Europea a sagre e feste in Sicilia: "La nostra regione – ha sottolineato – ha delle bellissime tradizioni cattoliche e popolari ma a volte esageriamo con i festeggiamenti. Da oggi in poi vuol dire che faremo fuochi d'artificio meno rumorosi e la salsiccia l'arrostiremo in casa".     

News Correlate