Regione convoca tavolo crisi per mancanza neve

Appuntamento il 16 gennaio. E Cirio chiede lo stato di calamità

La Regione Piemonte ha convocato un tavolo di crisi per mettere a punto le iniziative di sostegno agli operatori del settore a causa della mancanza di neve. A renderlo noto Alberto Cirio, assessore al Turismo e Sport, che ribadisce la richiesta dello stato di calamità. Il tavolo è convocato per lunedì 16 gennaio presso la sede dell'assessorato a Torino. Saranno presenti le Province e le Cciaa, le associazioni di categoria dei gestori degli impianti, Arpiet e CuneoNeve, e la finanziaria regionale Finpiemonte.
“La situazione – commenta Cirio – è grave a causa di una condizione meteorologica a cui si è aggiunta la dura concorrenza dei vicini francesi e valdostani, che hanno avuto nevicate abbondanti. Sebbene la legge italiana non preveda per questo caso lo stato di calamità naturale – aggiunge – stiamo verificando se esistono precedenti e quale sia la procedura più corretta per chiedere un aiuto straordinario allo Stato. L'assenza di nevicate in un periodo strategico come le festività natalizie ha creato un danno difficilmente recuperabile nella stagione. È necessario – conclude – coinvolgere attivamente il mondo bancario, chiedendo particolare disponibilità nei confronti delle prossime scadenze a carico degli operatori del sistema neve”. Cirio ha chiesto aiuto agli operatori per accelerare la procedura di assegnazione dei fondi regionali.

News Correlate