domenica, 24 Ottobre 2021

A Torino un progetto per hotel ‘green’

La città ha vinto progetto per avvicinarsi a altre ‘capitali europee della sostenibilità’

Il Comune di Torino sta facendo di tutto per trasformare il capoluogo sabaudo in una grande Smart City. Adesso, infatti, il concetto di Città Intelligente si è esteso anche nel campo del turismo e dell’ospitalità alberghiera. Torino, insieme a Siti e ad un consorzio di altri 9 partner europei si è aggiudicata infatti il progetto per la creazione di alberghi ‘green’. Il progetto ‘Nearly Zero-Energy Hotels’ (NEZEH) ha vinto la concorrenza di altri 400 progetti e consentirà a Torino di avvicinarsi alle altre ‘capitali europee della sostenibilità’ dotandosi di strutture alberghiere che fanno dell’efficienza energetica un punto di forza. 
Ma non saranno solo i gestori degli alberghi che ammoderneranno le proprie strutture secondo dettami green; anche gli utenti saranno chiamati a fare la loro parte usando saponi non inquinanti o adottando buone pratiche che, ad esempio, si usano già in altri contesti come nelle navi da crociera: dalla possibilità di non cambiare le lenzuola tutti i giorni al riutilizzo degli asciugamani da doccia, consentendo alla struttura di predisporre meno lavaggi e quindi di consumare meno acqua. La conversione verso un modello “green” consentirà, già nel breve termine, ai gestori delle strutture di ottenere notevoli vantaggi economici a partire da bollette di luce e acqua più leggere. 
“Questo progetto – dice Enzo Lavolta, assessore all’Ambiente con delega alla Smart City – consentirà di arricchire la crescente vocazione turistica della città, permettendo agli operatori di agire sulla spesa energetica con notevoli risparmi economici e intercettando quella parte della domanda turistica sensibile ai temi green”. 
Il progetto prenderà il via con lo studio dei principali ostacoli del mercato che impediscono ai proprietari di hotel di PMI di investire in progetti green, affiancando alcuni casi pilota nelle fasi operative di efficientamento energetico: audit energetico, studio di fattibilità tecnico-economica, supervisione dei lavori, promozione e comunicazione sul mercato di riferimento delle strutture ricettive più virtuose.

News Correlate