Adv a Taranto, ecco le novità su procedure e modulistica

A seguito dell’entrata in vigore della legge regionale n. 6 del 18 febbraio 2014, sono cambiate le procedure relative all’esercizio dell’attività delle agenzie di viaggi e turismo. Le adv, ora, non sono più soggette all’autorizzazione provinciale bensì alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) e per l’apertura di filiali è invece necessaria una comunicazione alla Provincia.

L’Albo provinciale dei direttori tecnici è stato sostituito dall’elenco provinciale. Di conseguenza, non sarà più dovuta la tassa finora richiesta per l’iscrizione all’albo.

Per l’apertura di una nuova agenzia di viaggi, la variazione della denominazione dell’agenzia o la variazione del titolare dell’agenzia è necessario presentare alla Provincia di Taranto il modello SCIA, in duplice copia, corredato da tutta la documentazione. La consegna deve essere effettuata preferibilmente a mano presso gli uffici del Servizio Turismo o in alternativa per posta raccomandata A.R. o per posta certificata.

L’attività può essere intrapresa dalla data di presentazione della stessa. Una copia della SCIA, protocollata dall’Ente, dovrà essere esposta al pubblico nell’interno dell’agenzia. La Provincia procede alla verifica della sussistenza dei requisiti e, nel caso in cui ne verifichi la carenza, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività, salvo che, l’agente di viaggi provveda a conformare l’attività alla normativa vigente entro un termine fissato dalla Provincia, in ogni caso non inferiore a trenta giorni. 

News Correlate