domenica, 7 Marzo 2021

I castelli di Gallipoli, Lecce e Otranto fanno ‘rete’

I Castelli di Gallipoli, Lecce e Otranto si mettono in rete per proporre un’offerta innovativa ai turisti e ai visitatori. Per tutta l’estate, presentando il biglietto acquistato in un castello, si avrà diritto allo sconto di 1 euro sull’ingresso negli altri due.

Sino al 27 settembre il Castello di Gallipoli ospita la personale di Michelangelo Pistoletto, uno tra i più importanti artisti contemporanei al mondo. Pittore e scultore, esponente della Pop Art, animatore e protagonista del movimento dell’Arte Povera, Pistoletto ha ideato per Gallipoli tre grandi installazioni site-specific (il Terzo Paradiso nella Piazza d’Armi, un labirinto di cartone e il tavolo specchiante LoveDifference nella sala ennagonale).

Le sale del Castello Carlo V di Lecce accolgono, invece, la ‘Mostra Internazionale sulle Torture Medievali’, promossa dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese – Theutra, Oasimed e Novamusa – e patrocinata dal Comune di Lecce. Attraverso fedeli ricostruzioni di strumenti di tortura, utilizzati nell’epoca medievale ed anche nei processi Inquisitori, si esaminano i motivi ed i mezzi con i quali per secoli l’uomo ha inflitto torture ad altri uomini. 

Nell’antico maniero idruntino, infine, sino al 30 settembre saranno allestite le mostre Il sud e le donne di Ferdinando Scianna, autore di straordinari reportage apprezzati in tutto il mondo, e ‘Il Grand Tour da Napoli ad Otranto’, a cura di Mario Congedo Editore e dell’Associazione Le Tradizioni Mediterranee.

Il sud e le donne propone trenta scatti realizzati in anni diversi e in varie regioni meridionali, dalla Sicilia, di cui Scianna è originario, fino alla Puglia dei candidi centri storici e dei luminosi lungomari. La mostra ‘Il Sud e le Donne’è prodotta dall’associazione ‘Veluvre – Visioni culturali’ in collaborazione con il Comune di Otranto.

www.comune.otranto.le.it 

News Correlate