Turismo a gonfie vele in Puglia con arrivi in aumento del 3%

Partenza con sprint per il 2014 turistico della Puglia: i primi 4 mesi dell’anno registrano un aumento degli arrivi di circa il 3%, secondo quanto segnalato dall’Osservatorio regionale sul turismo. Bene gli arrivi degli stranieri con il 10% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
“È davvero un grande risultato – osserva Silvia Godelli, assessore al Turismo – un dato che conferma la tendenza verso la crescita ininterrottamente determinatasi in Puglia nell’ultimo decennio”. 
 “Si tratta di dati ottimi e finalmente anche di dati certi, perché sono quelli trasmessi direttamente dall’80% delle strutture ricettive del territorio attraverso il sistema telematico per la rilevazione del movimento turistico Spot , introdotto nel 2013 e oggi a pieno regime”, commenta soddisfatto Giancarlo Piccirillo, dg Pugliapromozione.
Bene il mese di gennaio con l’incoming che torna a crescere del +7%, complice la ripresa del mercato nazionale e del prodotto business, e aprile, nel quale quest’anno è ricaduta la Pasqua, e che fa registrare il +12% di arrivi complessivi e il +31% di incoming straniero. Le festività e i ponti hanno favorito il turismo nelle città d’arte, il turismo en plein air, i riti della Settimana Santa e il balneare.
Buona anche la ripresa del comparto alberghiero: si registrano segni positivi (superiori alla variazione media regionale del 3%) per gli hotel e le residenze turistico alberghiere. Per quanto riguarda l’incoming internazionale i dati del I quadrimestre 2014 mostrano aumenti tra il 5 e il 10% degli arrivi per i mercati francese, belga e statunitense. Crescite sostenute superiori al 10% si registrano da Russia e Spagna. Inoltre, secondo il monitoraggio dell’Enit sulla rete dei principali TO internazionali europei ed extraeuropei, la Puglia risulta tra le destinazioni italiane favorite per la prossima estate con alcuni TO che registrano incrementi delle prenotazioni fino al 20% in più rispetto all’anno precedente.
La Puglia si posiziona in modo favorevole su alcuni TO tedeschi, francesi, cechi, belga, giapponesi e del Regno Unito. Arte, cultura, food and wine, natura, continuano ad essere i prodotti più apprezzati dagli stranieri.

News Correlate