mercoledì, 30 Novembre 2022

L’enogastronomia pugliese protagonista in Israele

Puglia, il riposizionamento competitivo della destinazione turistica passa anche attraverso il Medio Oriente. Da domenica fino al 17, attraverso la Settimana della Cucina Italiana in Israele, la Puglia sarà sotto i riflettori in qualità di ospite d’onore dell’evento. Unitamente all’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv, motore di queste iniziative, per questa settimana di promozione del brand Puglia scenderanno in campo l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia Alessandro Delli Noci, Pugliapromozione, Apulia Film Commission, AQP e l’Accademia della Cucina Italiana. Il fitto programma prevede proiezioni cinematografiche, degustazioni e lezioni di cucina dello chef stellato pugliese Felix Lo Basso, con un focus sulla cucina a base di ortaggi che caratterizza la Puglia, nonché con la partecipazione degli chef italiani.
“Siamo qui a Tel Aviv per rafforzare i nostri rapporti con la comunità ebraica attraverso la cultura, il cinema, il turismo e provare a costruire attorno ai due voli diretti Bari – Tel Aviv anche un nuovo rapporto economico finanziario – ha detto Alessandro Delli Noci, assessore allo Sviluppo Economico, Competitività e Politiche Internazionali della Regione Puglia – per attrarre nuovi investimenti nei nostri territori e un maggiore interscambio commerciale, nonché una contaminazione culturale. La Puglia in questi anni ha dimostrato di saper investire in nuovi mercati con grande convinzione, portando le proprie imprese in questo territorio, rafforzando le relazioni per garantire maggiori investimenti nella nostra regione. L’innovazione e i contatti con gli importatori del settore agroalimentare sono due priorità di questa missione istituzionale. Avrò un incontro con i referenti del Distretto Aerospaziale israeliano, settore che vede la Puglia come leader in Italia”.
“Torniamo in Israele, confermando una intuizione già avuta prima del conflitto russo-ucraino. La vicinanza storica e culturale fra Puglia ed Israele è una realtà da millenni. Le due terre sono legate sin dai tempi delle crociate. Oggi, i collegamenti aerei diretti con Tel Aviv di due diverse compagnie rappresentano una opportunità che rafforza l’interesse del settore turistico su quella traiettoria”, dice Luca Scandale, direttore generale di Pugliapromozione.
La scelta strategica delle attività al di fuori dei confini nazionali è una attività che l’Agenzia Regionale del Turismo Pugliapromozione pianifica con grande anticipo ed una accurata selezione. Nello specifico, per Israele continua a lavorare per la promozione della destinazione Puglia come ha già fatto a marzo 2022 partecipando alla 28ma edizione dell’IMTM di Tel Aviv – International Mediterranean Tourism Market, l’evento nazionale di settore importante, focalizzato sui viaggi verso tutte le destinazioni del Mediterraneo, con la partecipazione di 1.870 espositori provenienti da 57 paesi con un’affluenza di oltre 26.800 visitatori. In Puglia, nel Museo ebraico di Lecce, già questa estate Pugliapromozione è stata al fianco di una iniziativa culturale proposta da Israele, perché ricordare il passato significa far sognare un viaggio, e poi tramutare questa vacanza in realtà.
Apulia Film Commission ha scelto di essere a Tel Aviv per presentare alla florida industria audiovisiva israeliana il territorio pugliese e le opportunità in termini di supporto finanziario, logistico e operativo con la finalità di realizzare coproduzioni fra Puglia e Israele, da realizzare nel tacco d’Italia. Nella Cinémateque di Tel Aviv c’è stato il tutto esaurito dei biglietti acquistati per la rassegna dedicata al cinema di film sostenuti economicamente dalla Apulia Film Commission. A guidare l’immersione nella nostra filmografia a Tel Aviv è stata Raffaella Del Vecchio, responsabile delle produzioni internazionali di APF.
Proprio in questi giorni, dal 14 al 20 novembre, in tutto il mondo su iniziativa del Ministero degli Affari Esteri, si celebra la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ed il tema di quest’anno sono: ‘Convivialità, sostenibilità e innovazione: gli ingredienti della cucina italiana per la salute delle persone e la tutela del Pianeta’. Sono azioni in piena coerenza con la destagionalizzazione dei flussi turistici in Puglia, anche con l’enogastronomia, e con lo sviluppo di nuovi mercati ad alto potenziale e con elevata capacità di spesa molto attento alla qualità del servizio e della buona tavola.

News Correlate