mercoledì, 23 Settembre 2020

Settembre da record in Sardegna, Federalberghi attende incremento del 10%

Il mese di settembre in Sardegna sarà da record per il turismo. A rivelarlo Federalberghi, dopo gli aumenti di arrivi e presenze tra luglio e agosto, secondo la quale il trend atteso per questo mese si aggira su un +10% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

“A settembre arriveranno soprattutto gli stranieri del Nord Europa, quindi Svizzera, Germania e Austria. Prevalentemente, grazie alle temperature più miti rispetto ai Paesi d’origine, questi turisti cercano sempre il sole e il mare, anche se quest’anno si è riscontrato un buon numero che ha scelto l’Isola per altre tipologie: si sono visti parecchi cicloamatori, escursionisti e chi ha optato per brevi soggiorni in città”, spiega Mauro Murgia, vicepresidente di Federalberghi Sardegna.

Per Federalberghi serve una programmazione per il futuro. “Purtroppo – commenta Murgia – stentiamo a ritrovare una strategia a livello regionale, e se anche ci fosse nessuno l’ha detto agli operatori. Assistiamo piuttosto ad interventi spot, mentre dovremmo prendere esempio da altri Paesi comunitari come la Spagna. È un po’ come vedere in campo le due nazionali, quella spagnola e quella italiana: la nazionale spagnola programma e segue i propri giocatori da ragazzini, qui da noi noi se capita cerchiamo di cavarcela. Inoltre – conclude – nella grandi capitali europee si assiste ad un’inversione di tendenza sui B&B e le piccolissime strutture, perché hanno visto che non generano ricchezza: l’obiettivo che si sono prefissati è meno gente ma che spende di più”.

News Correlate