mercoledì, 11 dicembre 2019

Ok da CdA Air Italy a voli su Olbia con Alitalia. Ora si pensa a riprotezione pax

Via libera del CdA di Air Italy alla condivisione con Alitalia dei voli da Olbia per Roma e Milano in regime di continuità territoriale aerea. L’approvazione è però condizionata ‘alla piena accettazione’ dei termini da parte del tavolo regionale e dell’ex compagnia di bandiera. La controproposta arrivata da Air Italy prevede l’offerta ad Alitalia di non 1 ma di 2 tratte nel periodo estivo, una decisione legata molto probabilmente al numero di aerei attualmente a disposizione della compagnia sardo qatariota. Il CdA ritiene che questa soluzione “sia ragionevole ed equa per tutte le parti e in grado di proteggere il futuro dello staff di Air Italy a Olbia”.

“Dato l’imminente inizio dell’estate – spiega la nota – e la necessità di organizzare le operazioni, in particolare gli aeromobili, è fondamentale che la Regione Sardegna e Alitalia forniscano oggi la loro conferma per consentire ad Air Italy di provvedere ai propri obblighi nei termini e alle condizioni proposte e garantire gli interessi del proprio personale di Olbia. La decisione del CdA di amministrazione – sottolinea la compagnia – dimostra ancora una volta l’impegno di Air Italy nei confronti di Olbia e della Sardegna e allenterà lo stato di pressione e incertezza che sta provando il personale di Olbia malgrado nessuno lo desiderasse, né lo ritenesse necessario”.
Il vettore ribadisce che tutta l’operazione ha l’obiettivo “di proteggere gli oltre 500 dipendenti, le loro famiglie e i loro redditi, nonché gli investimenti nella compagnia, effettuati negli ultimi 50 anni al servizio della Sardegna”.

Intanto si gioca sulla riprotezione dei passeggeri, che hanno già prenotato per l’estate i voli tra Olbia e Roma e Milano con Alitalia, l’ultima fase della lunga trattativa tra l’ex compagnia di bandiera e Air Italy. Air Italy pone l’accento anche sui passeggeri già prenotati sulle fasce orarie del mattino e della sera che, secondo la compagnia con sede a Olbia, dovranno essere automaticamente riprotetti sui voli Air Italy corrispondenti. Nel dettaglio dei collegamenti, poi, la compagnia sardo-qatariota ribadisce che per la rotta Olbia-Linate e viceversa, dall’1 giugno al 31 dicembre, è disponibile ad effettuare i collegamenti previsti, ma a i luglio chiede di operare 4 delle frequenze minime rispetto alle 6 richieste: Alitalia pertanto dovrà effettuare il servizio con 2 collegamenti. Ad agosto, invece i voli di Air Italy salirebbero a cinque, mentre Alitalia concorrerebbe con 1 volo. Sulla tratta tra Olbia e Roma Fiumicino sia a luglio che ad agosto Air Italy riuscirebbe a garantire 4 frequenze su 5, con l’ex compagnia di bandiera che dovrebbe operare con un volo. Alitalia, il giorno dopo il via libera del vettore sardo-qatariota, aveva fatto sapere di volere valutare bene la proposta di Air Italy e ora si è in attesa che nelle interlocuzioni mediate dal governatore sardo, Christian Solinas, si arrivi ad un’intesa, senza ulteriori ‘rilanci’. Nel frattempo cresce la preoccupazione dei lavoratori di Air Italy che attendono di conoscere il proprio futuro nella base di Olbia.

News Correlate