lunedì, 19 Aprile 2021

Saremar, al via prenotazioni per la stagione estiva

In arrivo Flotta Sarda Spa che si occuperà delle tratte tra Sardegna e Penisola

Sul sito della Saremar hanno preso il via le prenotazioni per la stagione estiva sulle navi della compagnia marittima regionale, Scintu e Dimonios, che dal 16 gennaio hanno ricominciato a operare sulla tratta tra Olbia e Civitavecchia. Entro questo mese prenderanno il via anche le prenotazioni per il collegamento Porto Torres-Vado Ligure, dove saranno impiegati altri 2 traghetti a partire da fine maggio, inizio giugno. Le tariffe partono da 21 euro a persona per il passaggio ponte, a 45 euro per la sistemazione in una cabina quadrupla esterna.
“La Regione proseguirà nell'attività di armatore per garantire il diritto alla mobilità dei sardi”, hanno sottolineato Ugo Cappellacci, presidente della Regione, e Christian Solinas, assessore dei Trasporti. La Saremar si occuperà dei collegamenti con le isole minori, mentre la nascente Flotta Sarda Spa si occuperà delle tratte tra la Sardegna e la Penisola. La costituzione della nuova flotta è contenuta nel disegno di legge sui trasporti varato dalla Giunta e ora all'esame della competente commissione consiliare. “Confermiamo che si tratta di un'operazione per dare ai sardi la libertà di potersi muovere – ha chiarito Cappellacci – ma anche una scelta di autodeterminazione delle politiche che sono sempre arrivate dall'alto, in una morsa tra la vergogna chiamata Tirrenia e gli armatori privati”.
L’obiettivo è arrivare alle gare internazionali per l'assegnazione delle rotte, attraverso 3 percorsi. "Il primo è affidarsi al mercato e – ha spiegato Solinas – se il sistema non funziona si ricorre alle imposizioni di oneri di servizio pubblico andando verso le gare internazionali. In questo contesto, la Flotta Sarda potrebbe costare meno delle compensazioni”. Inoltre, i rappresentati delle istituzioni  lanciano appello alle  parti politiche e sociali per proporre soluzioni alternative e al governo per avviare il tavolo di trattativa per trasferire alla Sardegna le competenze per gestire la continuità territoriale marittima e ottenere l'80% dei 72 milioni di euro stanziati per collegare le Isole maggiori con la Penisola italiana. Entro il 30 aprile, la Saremar pubblicherà il bilancio 2011 che dovrebbe registrare un utile di oltre 1,1 milioni di euro.  

News Correlate