martedì, 17 Maggio 2022

A Pasqua attesi oltre 102 mila passeggeri all’aeroporto di Palermo

Con il graduale miglioramento del contesto sanitario, il traffico passeggeri all’aeroporto di Palermo sta tornando lentamente ai livelli pre-pandemia. A marzo è tornato il segno positivo: +0,57% passeggeri rispetto al 2019 (463.724 contro 461.090) e +12,45% movimenti (3.721 contro 3.309).
In recupero anche l’andamento annuale (gennaio-marzo) rispetto al 2019: +6,4% movimenti (10.066 contro 9.455); -9,62% passeggeri (1.118.373 contro 1.237.403).

Inoltre, nel periodo di pasqua, tra il 15 e il 19 aprile 2022, si stima che transiteranno poco più di 102mila passeggeri, il 3% in meno se confrontato con il periodo pasquale del 2019 (pre-pandemia), dal 19 al 23 aprile (105.320 passeggeri: 70.168 di traffico domestico e 35.152 di traffico internazionale).

Nei giorni a ridosso di Pasqua, l’offerta dei voli a disposizione per i viaggiatori crescerà del 9% (830 movimenti): 580 (69%) di traffico domestico e 250 (31%) di traffico internazionale. A Pasqua del 2019, invece, erano 761 movimenti: 533 (70,1%) di traffico domestico e 228 (29,9%) di traffico internazionale.

L’interesse per le mete Sicilia e Palermo si rispecchia nei numeri del fine settimana, dall’8 al 10 aprile, dove è stata superata la soglia di 20 mila passeggeri al giorno. Venerdì 8 aprile: 165 movimenti e 20.715 passeggeri; sabato 9: 166 – 21.525; domenica 10: 167 – 22.215.

Anche in considerazione di questi dati è stato deciso lo stop, a partire dal prossimo maggio, della cassa integrazione straordinaria per i dipendenti della Gesap. Entro aprile, la società incontrerà le organizzazioni sindacali per formalizzare l’abbandono della procedura di cassa integrazione, accesa due anni fa con l’inizio della pandemia, quando il numero di voli e passeggeri andò sotto del 90%.

News Correlate