lunedì, 4 Marzo 2024

Eolian Milazzo Hotel, il rilancio dopo restyling tra sapori e congressi

Sulle ceneri dell’Eolian Hotel di Milazzo rinasce l’Eolian Milazzo Hotel che, dopo aver superato brillantemente il periodo della pandemia, ritorna agli antichi splendori e si pone come punto di riferimento della ricettività del messinese e porta d’ingresso per le Isole Eolie.

Un investimento voluto dal Gruppo Maiorana Costruzioni che ha rifondato la precedente struttura trasformando il complesso, che originariamente disponeva di 240 camere, in diverse unità immobiliari e concentrando nel corpo centrale, con vista mare mozzafiato, 46 camere. Dunque, oggi l’hotel è un moderno 4 stelle dotato di sale meeting in grado di ospitare fino a 200 persone e un rist

orante che da quest’anno è gestito direttamente dalla proprietà e affidato ad una brigata guidata dallo chef Massimo Milano.

Ne parliamo con il direttore Marco Falletta che nonostante la giovane età è alla guida della struttura dal 2012, dopo un esordio nel Food e beverage e una laurea in Scienze del turismo.

“Abbiamo registrato un 85% di livello di occupazione in questa stagione turistica e prevediamo di superare il fatturato registrato nel periodo precovid, grazie anche all’aumento delle tariffe medio-camere. La ripresa del mercato proveniente dagli Stati Uniti, dal Canada oltre che dal Nord Europa ci ha convinti a rimanere aperti tutto l’anno forti della qualità della nostra offerta e della nostra cucina a base di prodotti siciliani. Ma puntiamo anche sul turismo congressuale visto che possiamo ospitare meeting e congressi sino a 450 posti, potendo utilizzare il suggestivo Castello di Milazzo, offrendo qualità e creatività e gestendo direttamente, con il nostro team, i servizi congressuali e di ristorazione. Fare sinergia con il territorio – conclude – fa parte della nostra mission e confidiamo che Milazzo si possa dotare di una sua autonoma identità turistica, sviluppando le tante potenzialità di cui dispone e non solo il mare”.

News Correlate