venerdì, 27 Novembre 2020

A Siracusa cede il Teatro Greco e gli albergatori tremano

L’allarmante e sorprendente notizia apparsa in prima pagina sul giornale “La Sicilia” circa i cedimenti e il degrado del Teatro Greco di Siracusa fa tremare gli albergatori siracusani. Da settembre, infatti, gli alberghi hanno già venduto tanto alla clientela italiana, quanto a quella straniera, soggiorni comprendenti pacchetti turistici, con l’inclusione del biglietto d’ingresso al Teatro sia per le Rappresentazione Classiche che per la lirica, che quest’anno si rinnova con la Turandot di Puccini.

“Pur comprendendo l’apprensione del sovrintendente Calogero Rizzuto nel tutelare il sito archeologico – si legge in una nota dell’associazione Noi Albergatori Siracusa – non si può certo accettare l’allarmismo veicolato attraverso la stampa né tanto meno quello di mettere a rischio l’esecuzione degli spettacoli per il 2015”.

“Quest’anno – sottolinea il presidente Giuseppe Rosano – il dato più indicativo è stato l’aumento della permanenza media dei turisti nella nostra città a 2,4 giorni contro l’1,8 del 2013 (+34%) e questo grazie a unici eventi come le Rappresentazioni Classiche e la Lirica. Il timore degli albergatori, ma direi anche dei ristoratori e dei commercianti, degli artigiani cittadini, è che la notizia di stampa possa mettere inquietudine a tutti quelli che hanno già programmato e pagato in anticipo un soggiorno culturale nella nostra città e nel contempo scoraggiare i turisti che intendono farlo a breve. Si realizzi, quindi e subito – conclude Rosano – il motivato sopralluogo da parte del sovrintendente di Siracusa e con imprescindibile celerità si mettano in cantiere le opere occorrenti per il necessario restauro a tutela del Teatro Greco di Siracusa”.

 

News Correlate