martedì, 25 Giugno 2024

Codacons: esclusi da osservatorio caro voli, replica di Aricò

“Del tutto paradossale la decisione del presidente della Regione siciliana, Renato Schifani e dell’ assessore regionale ai Trasporti Alessandro
Aricò, di escludere dall’Osservatorio Regionale sul trasporto aereo (vedi news), il Codacons, la più importante e battagliera associazione nazionale a difesa proprio degli utenti del servizio, ossia di coloro che utilizzano i voli e sono gli unici a subire le conseguenze dei prezzi esorbitanti dei biglietti”. Lo dice il presidente regionale Codacons Giovanni Petrone, che annuncia oggi la costituzione di un contro-Osservatorio sul trasporto aereo “Sos caro-voli” costituito proprio dai consumatori.

“La decisione della Regione di escludere il Codacons, associazione che da anni si batte sul tema con decine di esposti alle varie procure e dalla cui denuncia è nata l’indagine dell’Antitrust sul caro-voli, è gravissima e dimostra una totale disattenzione verso gli interessi degli utenti e un approccio confuso e propagandistico verso la questione – spiega Petrone – Decine di parlamentari hanno espresso perplessità in merito
all’operato di Schifani e Aricò e anche per questo abbiamo deciso di costituire un Osservatorio indipendente sul trasporto aereo, che si sostituirà a quello della Regione Siciliana e che vedrà la partecipazione diretta degli utenti, i quali potranno segnalare al Codacons non solo i rincari delle tariffe aeree, ma anche disservizi e anomalie sul fronte di aeroporti e voli”.

Immediata la reazione dell’assessore regionale alle Infrastrutture Alessandro Aricò: “le dichiarazioni del presidente regionale del Codacons sorprendono per il tono e il contenuto. La Regione Siciliana, infatti, non ha escluso nessuno dall’Osservatorio sul trasporto aereo. Nel decreto di istituzione dell’organismo, infatti, abbiamo inserito il Cncu (Consiglio nazionale consumatori e utenti), organo rappresentativo delle associazioni dei consumatori e degli utenti a livello nazionale: l’ente di tutela dei consumatori più istituzionale e rappresentativo che esista in Italia, di cui il Codacons fa parte. Abbiamo voluto creare un organismo snello e non elefantiaco, con l’obiettivo di procedere celermente. In realtà ci saremmo aspettati un plauso e non una critica. Ma ce ne faremo una ragione”.

News Correlate