martedì, 22 Giugno 2021

Rotta dei Fenici sollecita Regione ad attuare accordo

Intanto la settimana prossima prenderà corpo il coordinamento per la Grecia

La Rotta dei Fenici arriva anche in Grecia. Theodossios Mastrominas, per oltre 25 anni responsabile del settore cultura dell'Ue, promuoverà la creazione della rete Rotta dei Fenici per la Grecia in occasione di un meeting nell'isola di Karpathos alla presenza delle autorità dell'Ue e del governo ellenico, in programma da lunedì 20 a mercoledì 22 settembre. "E' un altro importante tassello del mosaico Rotta dei Fenici nel Mediterraneo" dice il direttore Antonio Barone.

Intanto l'itinerario culturale d'Europa continua la sua sperimentazione nel campo della georeferenziazione e il webgis di tutto il percorso nel Mediterraneo. Ciò consentirà di avere gratuitamente tramite internet tutte le informazioni ed i servizi utili alla fruizione del patrimonio materiale ed immateriale mediterraneo facendo riferimento in primis alla civiltà fenicio-punica.

La comunicazione verrà realizzata sia attraverso i sistemi virtuali, social network, siti web, media e trade, ma anche mediante l'organizzazione di workshop ed educational tour. Sui social network verranno diramate le cosiddette "Guide virtuali", in cui opinion leader di livello internazionale e comuni viaggiatori, attraverso i loro racconti di viaggio, forniranno ai potenziali fruitori informazioni e suggestioni in grado di attrarli lungo i percorsi. 

La visibilità sul territorio sarà fornita attraverso l'installazione di pannelli nei siti culturali dell'itinerario e grazie alla collaborazione degli operatori che firmeranno con La Rotta dei Fenici un accordo di qualità per garantire gli utenti. In cambio La Rotta dei Fenici promuoverà le strutture aderenti attraverso un portale booking. Tutto ciò sarà possibile grazie a un progetto in corso con l'assessorato al Turismo della Regione Siciliana e la Provincia di Trapani.

"Spero solo che le pastoie burocratiche che dal 2007 hanno rallentato la realizzazione di tutto ciò – sottolinea Barone – non sviliscano l'innovazione che tale sistema di marketing territoriale può apportare. Negli ultimi anni è mancato un interlocutore costante nel tempo per cui ogni volta dobbiamo riprendere daccapo. Conseguenza di ciò – conclude – è che non è ancora stato dato avvio all'accordo che la Regione Siciliana sottoscrisse nel 2007 con il Consiglio d'Europa per promuovere gli itinerari culturali in Sicilia ed in particolare La Rotta dei Fenici".   

News Correlate