sabato, 19 Giugno 2021

A Palermo e Terrasini riaprono al pubblico musei e spazi civici

Con il passaggio della Sicilia in “Zona gialla”, anche i musei e gli spazi civici di Palermo torneranno ad essere fruibili al pubblico.

Di seguito l’elenco dei siti istituzionali e i relativi orari di apertura:

GAM: aperta da giovedì a domenica dalle 11 alle 17 con prenotazione online obbligatoria solo sabato, domenica e festivi effettuata entro il giorno antecedente la visita al museo. https://www.ticketone.it/artist/gam-palermo/gam-palermo-galleria-darte-moderna-di-palermo-681926/

Museo Pitrè: dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19 (ultimo ingresso alle 18.30). La visita avverrà su prenotazione indirizzando una mail a [email protected] o chiamando il numero 339.6462433 tra le 9 e le 14.

Cantieri Culturali alla Zisa: il Centro Internazionale di Fotografia riapre venerdì 21 maggio 2021, Opening 18/21 con l’inaugurazione della mostra ZEITWIRDKNAPP / NON C’È PIÙ TEMPO -Retrospektive 1977-2019 – Fotografie di Miron Zownir. La mostra sarà visitabile dal 21 maggio al 31 luglio 2021 dalle 9.30 alle 18. Prenotazione a [email protected]

Complesso monumentale dello Spasimo: visitabile dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 18.30. Prenotazione a [email protected]

Eco Museo del Mare: da martedì a domenica dalle 9.30 alle 18.30 con prenotazione obbligatoria https://www.marememoriaviva.it/prenotazioni-ecomuseo/

“Le nuove disposizioni del Governo – ha dichiarato l’assessore alle CulturE, Mario Zito – ampliano l’apertura degli istituti museali anche nei weekend, con prenotazione obbligatoria, ripristinando così il diritto ad una piena partecipazione culturale. L’auspicio di tutto il mondo della cultura è che la ripresa avvenga ormai con processi irreversibili per far sì che si possa riprendere la programmazione delle mostre, con la ripresa di esposizioni già allestite e sospese in questi mesi e l’apertura di nuovi progetti, a lungo annunciati e coltivati e ora finalmente visitabili. Con prudenza e attenzione torniamo a tessere le fila di un dialogo concreto e presente tra musei e città che non si è mai interrotto in questo periodo di pandemia. Si riaprono Musei e Mostre, ma il lavoro di ricerca, tutela, conservazione e divulgazione dei diversi linguaggi artistici non si è mai interrotto in questo periodo di forzato silenzio, progettando, e operando scelte, immaginando prospettive. Si può tornare ad alimentare il patrimonio di conoscenze e di emozioni di un’intera città-comunità, grazie all’incontro diretto con l’opera d’arte”.

Inoltre, hanno riaperto anche Palazzo Belmonte Riso e Palazzo d’Aumale, Museo Regionale di Terrasini, con le sue collezioni etnoantropologica, naturalistica e archeologica. Per l’occasione torna ad essere fruibile, a Palazzo Belmonte Riso, l’opera site specific, “Senza titolo” (1993-2008) dell’artista internazionale Jannis Kounellis, andata in prestito alla Fondazione Prada di Venezia per la retrospettiva sull’artista curata da Germano Celant, in occasione de La 58ª Biennale di Venezia. Prorogata sino al 6 giugno la sezione Boltanski-Frisch della Mostra Luce da Luce.

Apertura di entrambi i siti da martedì a sabato dalle 9 alle 13 e domenica e festivi dalle 9 alle 18.30
Per Palazzo Belmonte Riso prenotazione on line obbligatoria entro 24 ore prima per i giorni di sabato e domenica e festivi dal sito https://www.coopculture.it/heritage.cfm?id=311 e per Palazzo d’Aumale prenotazione su https://laculturariparte.youline.cloud.

News Correlate