venerdì, 22 Gennaio 2021

A Catania gli smart glass per scoprire Monastero Benedettini ed Orto botanico    

A Catania sono parite le acquisizioni dei dati per la sperimentazione di un sistema di visione artificiale per migliorare la fruizione e la gestione dei beni del Monastero dei Benedettini e dell’Orto Botanico dell’Università di Catania.

L’obiettivo del progetto ‘VEDI – Vision Exploitation for Data Interpretation’ è la realizzazione di un ‘Sistema integrato di Analisi Comportamentale e Visione Aumentata per il miglioramento dell’offerta e della fruizione negli spazi museali e naturali” finanziato dal ministero dello Sviluppo Economico.

Il visitatore, grazie ad un dispositivo ‘indossabile’ come uno “smart glass” (ad esempio Hololens), potrà ricevere informazioni nel momento in cui si sofferma sulla visione di un ‘punto di interesse’ all’interno dello spazio museale o naturale che sta visitando. Il partenariato del progetto di ricerca è composto dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania, da Xenia e da Imc Service.     Nell’ambito del progetto 100 volontari maggiorenni sabato e domenica scorsi hanno visitato i due siti indossando il dispositivo Microsoft Hololens, un visore per la realtà mista, che registra in un video gli spazi e gli oggetti osservati durante la visita. I dati raccolti all’interno dell’Orto botanico sono stati acquisiti con un dispositivo indossabile in grado di capire l’attenzione basata sul tracciamento della pupilla del visitatore. La fase di acquisizione dei dati è in programma fino al mese di maggio ed è finalizzata alla valutazione degli algoritmi sperimentali che, analizzando in automatico i video degli ambienti visitati dall’utente, consentiranno di individuare le preferenze dei visitatori e conseguentemente di migliorare la gestione e la fruizione dei beni.

News Correlate