martedì, 29 Settembre 2020

Circuiti storici Targa Florio e Floriopoli dichiarati patrimonio Regione

I circuiti storici della Targa Florio e le antiche tribune di Floriopoli sono stati dichiarati patrimonio culturale della Regione siciliana. Lo prevede un emendamento al Collegato, approvato dall’Ars e presentato dal gruppo di DiventeràBellissima.

“Già la manifestazione della Targa Florio aveva ottenuto nel 2002 questo prestigioso riconoscimento per il contributo dato alla positiva diffusione dell’immagine della Sicilia nel mondo – sottolinea il primo firmatario Alessandro Aricò – Ora pure i circuiti e le storiche tribune saranno inseriti nel registro delle Eredità immateriali dell’Unesco e ciò consentirà un più agevolato ed immediato accesso ai finanziamenti nazionali ed europei previsti per i beni culturali. Così sarà possibile il potenziamento sia delle strade e delle infrastrutture delle Madonie, che delle iniziative storico culturali a corredo dell’evento, consentendo un ulteriore rilancio pure della Targa Florio, con positive ricadute su indotto e turismo”.

Il provvedimento è stato sostenuto dal governo regionale con gli assessori ai Beni culturali e al Turismo, Sebastiano Tusa e Sandro Pappalardo, dal presidente della V commissione all’Ars, Luca Sammartino, e fortemente auspicato da Aci Palermo – titolare della Targa Florio – presieduta da Angelo Pizzuto.

In particolare sono dichiarati patrimonio culturale della Regione siciliana i circuiti storici piccolo (72 km), medio (108 km) e grande (148 km) della Targa Florio e le antiche tribune di Floriopoli che si trovano in contrada Quaranta Salme a Termini Imerese.

 

News Correlate