lunedì, 28 Settembre 2020

Venere, da gennaio a Palermo e a Pasqua ad Aidone

L’esposizione nella chiesa di San Domenico coinciderà con l’apertura dela Villa de Casale

E' ufficiale: nel 2011 la Venere di Morgantina sarà di nuovo in Sicilia. Da gennaio si potrà ammirare a Palermo, anche se smontata in tre pezzi, prima del suo definitivo trasferimento alla chiesa di San Domenico ad Aidone, dove sarà fruibile da parte pubblico già a partire da Pasqua, in concomitanza con la riapertura della Villa romana del Casale di Piazza Armerina, attualmente in restauro. L'annuncio è stato dato in conferenza stampa a Enna dall'assessore regionale dei Beni culturali, Gaetano Armao. La chiesa di San Domenico, assegnata alla Regione in comodato per 35 anni attraverso il Fec (Fondo edifici di culto), oltre all'Afrodite, ospiterà gli argenti di Morgantina e gli acroliti. Un evento che Armao intende valorizzare a ogni costo anche chiedendo il suo inserimento tra le manifestazioni del 150° anniversario dell'Unità d'Italia.

"Ad Enna sono già arrivati, restituiti dal Metropolitan Museum di New York, gli argenti di Morgantina, che – ha sottolineato Armao – hanno riscosso in Cina un grande successo ottenendo una visibilità mediatica internazionale. Dal 15 ottobre saranno esposti nel museo di Aidone. Per la provincia di Enna – ha proseguito l'assessore – sarà un grande avvenimento turistico e culturale. Contemporaneamente, si potranno infatti ammirare l'Afrodite, gli Argenti e gli Acroliti e visitare la Villa del Casale incastonata nel suo Parco archeologico affidato alla guida di Guido Meli, direttore dei lavori di restauro. Intanto, un risultato è già ottenuto: la Villa è stata riaperta al pubblico ed è visitabile tutti i pomeriggi. Chiuderà – conclude Armao – l'1 novembre per il completamento dei lavori di restauro e riaprirà la prossima primavera".

News Correlate