mercoledì, 23 Settembre 2020

La Sicilia torna alla Bit di Milano con 80 operatori. Ecco tutti gli appuntamenti

Una Sicilia sempre più accessibile, affascinante e innovativa, sarà quella raccontata alla Bit dal 9 all’11 febbraio a fieramilanocity, che punterà sulle sue straordinarie potenzialità al servizio di ogni tipo di turista: appassionati d’arte, cultura, enogastronomia e tradizioni.

Il giorno dell’inaugurazione, domenica 9 febbraio alle 12.30, nel padiglione 3, saranno il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci; l’assessore regionale al Turismo Manlio Messina e l’assessore delle Attività Produttive Girolamo Turano, a presentare in conferenza stampa il fitto cartellone “Grandi eventi 2020” e le strategie di promozione turistica.

Lunedì 10, alle 1030, invece, illustreranno le tappe del “Giro di Sicilia” in programma dall’1 al 5 aprile insieme al direttore generale di RCS Sport, Paolo Bellino, e il direttore del Giro d’Italia, Mauro Vegni.

Con il padiglione più grande della manifestazione e un assetto straordinariamente immersivo, la Sicilia coinvolgerà tutti e cinque i sensi, attraverso delle particolari installazioni, che permetteranno al visitatore di “toccare con mano” l’immensa bellezza dell’Isola, rimanendone incantato. Ottanta le piccole e medie imprese siciliane del settore turistico che parteciperanno alla tre giorni milanese per proporre itinerari mozzafiato.

Parola d’ordine sarà “eccellenza” e fondamentale in tal senso è il lavoro sinergico svolto dagli assessorati al Turismo, Attività produttive, dei Beni culturali e dell’identità siciliana, oltre all’Istituto per l’incremento ippico.

Durante la kermesse fieristica, infatti, i riflettori saranno puntati su “La fiera Mediterranea del Cavallo”, la più grande manifestazione equestre del Sud Italia, in programma dal 15 al 17 maggio ad Ambelia. Un evento che punta a riqualificare un bene pubblico, promuovendo gli sport equestri in un territorio dove il rapporto tra uomo e cavallo ha radici profonde.

In occasione della Bit, inoltre, il Museo archeologico di Gela esporrà elementi del V secolo tra bassorilievi e vasi.

Strategico risalto anche all’aspetto ricreativo e ludico, con la creazione di un percorso che riprodurrà uno spaccato del mondo siculo, sempre più al passo con i tempi, grazie all’inedita reinterpretazione, in stile pop art, del Satiro Danzante di Mazara del Vallo, con venti teste dai colori acidi.

Accoglienza, condivisione ma soprattutto storia, si confermano i punti forti della Sicilia, nel cui spazio, sarà possibile trovare una piramide di sale che farà rivivere i mitologici viaggi fatti attraverso il mar Mediterraneo. Ad ogni visitatore, infatti, sarà data la possibilità di portare con sé un pezzo di questa meravigliosa terra: piccoli “ricordi” di sale, simbolo di nuove sinergie.

Molto attesi anche i Fratelli Napoli, che, con i loro “Pupi Siciliani”, hanno scritto le più suggestive pagine di storia del teatro isolano, conosciuto in ogni parte del mondo, e che metteranno la loro arte costantemente al servizio della promozione turistica.

E poi ancora una vera e propria esperienza di gusto grazie a una regione capace di stupire anche in ambito enogastronomico, con le succulente e ricercate degustazioni di cibi cucinati dal vivo, che ingolosiranno i visitatori, valorizzando i piatti tipici della dieta mediterranea. La spremuta di arance rosse dell’Etna farà da sfondo alla carrellata di prelibatezze sul tavolo dei sapori: dalla tradizionale bottarga, al cioccolato di Modica con la sua unica lavorazione al freddo; dal pistacchio, “oro verde”, di Bronte, ai pregiati vini Doc.

Ogni giorno, verso sera, il padiglione cambierà forma, creando un’atmosfera magica grazie al Maestro Giuseppe Milici con la sua armonica a bocca, accompagnato al pianoforte dal M° Nicola Pannarale, che eseguiranno le più emozionanti melodie del repertorio jazz, brani inediti e le celebri colonne sonore dei film d’autore.

News Correlate