domenica, 23 Giugno 2024

Ita aumenta voli a Pasqua. Schifani: battaglia contra caro-voli non si ferma

Ita Airways conferma il suo impegno per garantire la connettività verso la Sicilia. Alla luce dell’elevata domanda per il periodo delle festività pasquali, la compagnia incrementa l’offerta e avvia la vendita di nuove frequenze verso l’isola. Nel mese di aprile Ita Airways garantisce ogni settimana 49 frequenze sulla Catania-Roma Fiumicino e viceversa; 49 sulla Catania-Milano Linate e viceversa; 42 sulla Palermo-Roma Fiumicino e viceversa e 35 sulla Palermo-Milano Linate e viceversa.

A questo programma la compagnia aggiungerà ulteriori frequenze per gran parte del mese di aprile, e in particolare nel periodo delle festività pasquali, sia dall’hub di Roma Fiumicino sia dall’aeroporto di Milano-Linate verso gli aeroporti di Palermo e Catania. In particolar modo, è stata programmata una frequenza giornaliera aggiuntiva sia sulla Catania-Milano Linate e viceversa che sulla Palermo-Milano Linate e viceversa, con i voli già in vendita. Sulle rotte Roma Fiumicino-Catania e Roma Fiumicino-Palermo  la compagnia metterà in vendita nelle
prossime ore 8 voli a cavallo di Pasqua. Il vettore sta inoltre completando le necessarie verifiche operative per aggiungere ulteriori 12 voli a ridosso del 25 aprile.

Inoltre, “a dimostrazione dell’attenzione di Ita Airways per la Sicilia e i suoi cittadini”, la compagnia ha previsto tariffe estremamente competitive: nel periodo delle festività pasquali i biglietti saranno in vendita a partire da 45 euro a tratta (trasporto del bagaglio a mano incluso).

Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani: “avevo appena chiesto a Ita l’aumento dei voli in aprile e l’abbassamento delle tariffe. Ora la compagnia a capitale interamente pubblico ha risposto alla mia richiesta con una lettera che ci rende
parzialmente soddisfatti perché è venuta incontro alla prima richiesta seppur prevedendo nuovi voli a tariffe controllate. Rimane irrisolta per i mesi successivi – aggiunge – l’inaccettabile situazione di cartello creato dalla stessa società e Ryanair che abbiamo denunciato all’Antitrust dalla quale ci attendiamo un provvedimento sanziontorio. Per fortuna dal 1 giugno opererà il terzo vettore Aeroitalia che consentirà ai
siciliani di raggiungere il continente con tariffe molto più basse, rispetto a quelle scandalosamente applicate nei confronti dei siciliani dalle compagnie che hanno fatto cartello, e che ha già venduto migliaia di biglietti pur non ancora operando. La nostra battaglia contro il caro voli non si fermerà”.

News Correlate