TESTMSL

Msc e Costa gestiranno i terminal crocieristici della Sicilia occidentale: la firma oggi a Palermo

È stato firmato il decreto di affidamento a Msc Crociere e Costa Crociere della concessione di beni e aree demaniali per la gestione dei servizi terminalistici dei quattro porti dell’Autorità di Sistema portuale del mare di Sicilia occidentale. La firma è avvenuta stamattina nel corso della conferenza “Noi, il Mediterraneo”, che si è svolta a Villa Tasca, a Palermo, alla presenza di Pier Francesco Vago, ad di MSC Cruises; Beniamino Maltese, presidente Costa Crociere; e Pasqualino Monti presidente AdSP del Mare di Sicilia. La proposta della joint venture Msc-Costa è stata preferita a quella presentata da Port operation holding srl/Global Ports melita limited.

Nel corso dei lavori sono stati illustrati anche alcuni dati dello studio di Risposte al turismo che riguardano i porti della Sicilia Occidentale da cui si evince che nel 2019 il traffico crocieristico ha fatto registrare circa 600mila passeggeri che avrebbero speso, a terra, quasi 23 milioni di euro, per un valore medio di circa 40 euro. Dai calcoli, emerge un valore di spesa delle compagnie di crociera nei porti dell’Autorità di Sistema Portuale pari a 3,5 milioni di euro, che esclude i costi di tour operating di escursioni a terra per non duplicare il valore già incluso nella spesa dei crocieristi. Considerando le tre voci, i valori portano a indicare in quasi 29 milioni di euro la stima sulla spesa diretta totale generata dal fenomeno crocieristico nell’anno corrente.

News Correlate