sabato, 6 Marzo 2021

Covid choc anche per il crocierismo, danni in Sicilia per oltre 200 mln

La crisi dovuta al coronavirus ha colpito anche il comparto crocieristico. “Non se ne parla molto – ha detto Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare della Sicilia occidentale nel corso di un’intervista a Adnkronos – ma solo in Sicilia parliamo di un danno che supera i 180-200 milioni di euro. A Palermo facevamo anche 140 toccate di navi da crociera l’anno e nel 2021 ne avremmo fatte 230. Invece al momento abbiamo confermato 130 attracchi, sperando che da marzo il traffico possa ripartire. Uno choc per tutto il settore. Una cifra che incide anche sul Pil. Le costruzioni delle navi non sono state bloccate ma molte compagnie – ha aggiunto – hanno rallentato notevolmente la costruzione, quindi l’intera filiera dei bacini che costruiscono navi da crociera viene duramente colpita. Inoltre – ha concluso Monti – durante il Covid, con le misure di sicurezza, le navi da crociera, che in situazioni normali portano fino a 6 mila passeggeri, hanno viaggiato con 1.300 persone”.

News Correlate