mercoledì, 28 Febbraio 2024

Enna non è più la cenerentola del turismo siciliano

“Siamo l’unico grande comune siciliano non bagnato dal mare, ma anche l’unico che sta sviluppando una nuova forma di turismo”. Così parlò Francesco Colaianni, vicesindaco di Enna e assessore alla cultura che, ospite della tappa di Enna del Roadshow di Travelexpo, ha elencato i suoi successi istituzionali. “Dopo 35 anni – dice Colaianni – siamo riusciti a portare i grandi eventi al Castello di Lombardia, con una programmazione musicale che non ha nulla da invidiare a quella di Taormina. Abbiamo attuato un progetto di riqualificazione del parco all’interno del castello e tutto questo ci ha fatto scoprire una forma di turismo lento”.
Ma cosa vuol dire turismo lento? “Un turismo non di massa – spiega l’assessore – che si rivolge a una clientela tra i 40 e i 60 anni che ha grosse capacità di spesa”. Colaianni a questo punto ha una speranza: “Enna non è più la cenerentola del turismo siciliano. I dati sono positivi. È tempo che anche gli altri comuni della provincia facciano rete con noi per creare un turismo organico e di qualità”.

News Correlate