domenica, 2 Ottobre 2022

Il 75% delle imprese siciliane è a conduzione familiare

Il 75,8% delle imprese dell’Isola con oltre tre addetti, pari a quasi 42.800 aziende, è controllata da una persona fisica o da una famiglia e quasi un quinto di queste (19,3%) tra il 2013 e il 2023 ha affrontato o affronterà il passaggio del testimone. Trapani è la provincia in cima alla lista per incidenza di imprese (il 24,1%) con oltre 3 addetti controllate da una persona fisica o da una famiglia che tra il 2013 e il 2023 ha affrontato o affronterà il passaggio generazionale. Seguono Ragusa (22,1%), Caltanissetta (19,8%), Siracusa (19,7%), Catania (19,3%), Messina (18,9%), Enna (17,6%), Palermo (17,6%) e Agrigento (14,4%). Un momento delicato in quanto alla terza generazione sopravvive solo il 15-20% delle imprese. Ecco perché occorre gestire al meglio la fase di transizione.

Di questo e delle sfide verso il rinnovamento a cui sono chiamate le pmi siciliane, si è discusso nel corso dell’incontro dal titolo “Imprese familiari e corporate governance. Sfide e opportunità per le pmi siciliane” organizzato dal Gruppo dei Giovani imprenditori di Sicindustria Palermo e dall’Università Lumsa.  Marcello e Andrea Mangia (Aeroviaggi) hanno portato la propria testimonianza di tipica impresa familiare made in Sicily (nella foto).

“Imprese familiari e passaggio generazionale – ha detto il presidente dei Giovani imprenditori di Sicindustria Palermo, Maria Elena Oddo – è un tema che sta ci molto a cuore. L’obiettivo di Sicindustria è quello fornire gli strumenti alle imprese per gestire nel migliore dei modi questo passaggio. In realtà una gestione che segue regole precise e trasparenti è condizione essenziale per il sistema finanziario e bancario per l’accesso al credito o per gli investitori che decidono di supportare la crescita dell’impresa mediante apporti nel capitale, come ad esempio venture capital e private equity. È evidente quindi come il tema della corporate governance sia dirimente per tutti”.

“Quello di oggi – ha sottolineato il presidente di Sicindustria, Gregory Bongiorno – è stato un momento di confronto tra accademici, professionisti e imprese per spiegare l’evoluzione e l’introduzione dei nuovi principi nei sistemi di governance, del perché e del come prevederli nelle pmi con l’auspicio che si incoraggi ogni imprenditore a un processo di verifica interna della propria organizzazione aziendale anche rispetto a futuri passaggi generazionali”.

News Correlate