martedì, 20 Aprile 2021

La sfida del digitale per la Sicilia turistica secondo Paolo Petralia

“Nel dopo-coronavirus lo spirito di rinnovamento e le modalità di rinnovamento che porterà con sè questa nuova fase metteranno in discussione il lavoro fatto finora. Ci saranno nuove forme di presentazione dell’offerta turistica. E ci sarà una fase intermedia tra libertà assoluta e la fase in cui non tutti saranno ancora vaccinati. Sarà una fase da gestire, soprattutto da parte degli operatori turistici privati. Quest’anno l’unico aspetto positivo è stata la svolta nel vantaggio digitale. Oggi il digitale è andato in aiuto di molte amministrazioni che sono riuscite ad approfittarne. Ma il digitale è anche un grande interrogativo per l’offerta turistica che non può più fare a meno di questo strumento. Non a caso, oggi è più importante avere personale formato sul digitale che sul digital marketing. E sempre più il digitale sarà centrale nell’offerta turistica, anche e soprattutto nella sua promozione, così come nella promozione di qualsiasi tipo di servizio. Non solo strumento obbligatorio per l’offerta turistica ma nell’ottica di una gestione dell’utenza al passo con i tempi e opportunita di investimento per creare la Destinazione Sicilia con un altro tipo di paradigma”. Lo ha detto il giovane assessore all’Innovazione, giovani e sport del Comune di Palermo, Paolo Petralia Camassa nel corso de IL GIRO DEL MONDO in 800 minuti, che si è svolta per 13 ore consecutive sabato 20 marzo dalle 9.37.

Per rivedere l’evento clicca su https://www.facebook.com/travelnostop/videos/791206808151701

News Correlate