giovedì, 12 dicembre 2019

Nessuna crisi del turismo a Siracusa, Travelnostop.com intervista il sindaco Italia

Il calo di turisti a Siracusa certificato dai dati diffusi dall’Osservatorio turistico regionale, che indicano un calo di arrivi del 7,4% e del 4,1% sulle presenze, non va giù al sindaco Francesco Italia.

“Indipendentemente dal sommerso – dichiara il primo cittadino nel corso di un’intervista rilasciata a travelnostop.com – questi numeri sono smentiti da altri che non provengono solo da fonti dell’amministrazione comunale. I dati in nostro possesso che riguardano i check point dei bus turistici, lo sbigliettamento dei siti comunali e il gettito della tassa di soggiorno, insieme ai dati forniti dalle guide turistiche e dagli albergatori, parlano di un turismo a Siracusa in ottima salute. A questo punto mi chiedo a quali dati faccia riferimento l’Osservatorio”.

Italia si sofferma poi a sottolineare due iniziative adottate dal Comune per ribadire l’importanza che il turismo ha per l’amministrazione.

“Intanto – sottolinea il sindaco – abbiamo ampliato il numero di partner che insieme a noi partecipano alle fiere del turismo in giro per il mondo, e quest’anno siamo passati da 3 a 11 comuni del Sud-Est. In alcuni di questi appuntamenti, sia B2B che B2C, tra l’altro, siamo l’unica presenza siciliana. Inoltre, stiamo dando vita a una cabina di regia, che viene fuori dall’esperienza del Libro Bianco sul turismo presentato nei mesi scorsi, che punta a pianificare obiettivi concreti al di là delle intenzioni, e produrre lavoro”.

Tra le altre iniziative appena lanciate c’è anche il “Welcome kit” dedicato agli ospiti delle strutture extralberghiere. Si tratta di una carpetta che contiene informazioni turistiche sulla città, sui parcheggi, sul sistema di raccolta differenziata.

Infine un cenno sul gettito proveniente dalla tassa di soggiorno: “Lo scorso anno – spiega Italia – abbiamo raggiunto il milione di euro ma possiamo fare molto di più, facendo emergere il sommerso. La tassa di soggiorno a Siracusa è un’imposta di scopo destinata a migliorare la mobilità turistica, i solarium e le attività culturali”.

Infine il sindaco si dice ottimista per la stagione estiva:“Le previsioni sono buone anche dopo aver registrato un buon flusso di turisti nel corso del megaponte di fine marzo/inizio aprile. Possiamo contare su un ricco cartellone di eventi, in cui tra l’altro quest’anno il programma della Fondazione Inda andrà avanti fino a fine luglio anche con eventi del coro lirico siciliano. A testimoniare l’appeal di cui gode la nostra città anche l’interesse di fondi e investitori nazionali e internazionali, mentre procedono spediti i lavori di ristrutturazione del Grand Hotel Des Ètrangers, che è stato acquistato dalla famiglia Giotti, gli stessi proprietari dell’Ashbee Hotel di Taormina”.

News Correlate