sabato, 28 Novembre 2020

Ok al PUDM, inizia la nuova era del rapporto fra Palermo e il mare

Approvato dal consiglio comunale di Palermo il PUDM, il Piano di utilizzo del demanio marittimo. Palermo diventa così la prima grande città siciliana e la seconda dopo San Vito Lo Capo a dotarsi di uno strumento di questo tipo.

“Il Pudm rappresenta un fondamentale punto di partenza per l’uso sostenibile dei 27 km della costa palermitana – ha detto l’assessore Giuseppe Gini – basato su alcuni principi cardine: istaurare un equilibrio tra la costa Nord e costa Sud attraverso processi di qualificazione bonifica e valorizzazione, che privilegeranno l’uso pubblico dell’area demaniale garantendo ai cittadini e agli imprenditori la certezza del diritto e della trasparenza amministrativa, che potranno offrire possibilità di lavoro ed investimenti”.

Per il sindaco Leoluca Orlando, si tratta di “un atto fondamentale per lo sviluppo delle coste, la fruizione del mare e il loro collegamento culturale, ambientale, economico alla intera città. Uno strumento per ridare vitalità e slancio agli 8 porti, alle coste e alle spiagge di Palermo. Possiamo dire che da oggi i Palermitani e Palermo cominciano davvero a riappropriarsi del mare e a renderlo una delle grandi risorse della città”.

News Correlate