mercoledì, 23 Settembre 2020

12 ricette per promuovere Favignana in un e-book

Si intitola “Mangiare a Favignana” il ricettario nato dalla tappa favignanese di “Pescebello Fish Tour” in collaborazione con l’amministrazione comunale delle Egadi grazie all’idea e al lavoro di Maria Guccione, esperta di tradizioni locali e già ristoratrice, e dello chef trapanese Peppe Giuffrè.

“Si tratta di un e-book – spiega la Guccione – con 14 ricette che provano come la ristorazione locale si stia evolvendo positivamente, in armonia con le aspettative globali di un maggior rispetto verso l’ambiente e di un saggio utilizzo delle risorse. In tutte le ricette c’è un attento e ben dosato utilizzo delle erbe locali, spesso spontanee, che rappresentano la vera anima di un territorio. Da ex ristoratrice sempre attenta ad un saggio uso delle materie prime non posso che rallegrarmi del nascere di questa nuova sensibilità alimentare”.

Del ricettario, realizzato in collaborazione con i maggiori ristoratori delle Isole Egadi, lo chef Giuffrè dice: “Grazie alla mia piccola esperienza nel campo editoriale ho raccolto anche delle belle immagini per le ricette e ne è venuto fuori un vero e proprio vademecum per il turista, una guida che possiamo utilizzare per promuovere Favignana, cogliendo il lato emozionale che suscita nelle persone. La dedica è quella che sento più mia, ossia “a chi, quando fa qualcosa, la fa con qualcuno”, ossia ai miei colleghi ristoratori. E ho voluto lasciare in bianco le prime due pagine del nostro ricettario, perché descrivere il mare, la bellezza di Favignana, non è possibile, quindi non ho pensato di raccontare nulla, ma ho preferito che immaginassero”.

“Mangiamo a Favignana nasce sulla scia di quelli che sono i nostri progetti da sempre prioritari – dice il sindaco Giuseppe Pagoto – perché noi puntiamo con ogni mezzo a valorizzare i nostri territori d’eccellenza, quelli in cui si riesce a fare ancora turismo di qualità grazie alle acque meravigliose e ai nostri prodotti gastronomici legati alla pesca e al mare”. Il ricettario è liberamente scaricabile a questo link.

News Correlate