C’è Mare Fest: la prima mostra tattile dedicata al mare in ricordo di Tusa

Continua a Palermo fino a sabato 28 settembre “Mare Fest. Vietato non toccare”, la Festa del Mare per bambini vedenti, ipovedenti e non vedenti, intitolata alla memoria di Sebastiano Tusa e organizzata nell’ambito della quinta edizione del “Villaggio Letterario”.

Con questa rassegna Villaggio Letterario vuole ricordare proprio l’impegno del professore Tusa per i non vedenti, manifestato durante la serata conclusiva della kermesse “Ustica Villaggio Letterario 2018”, quando l’assessore, alla presenza di cinquanta fra ipovedenti, non vedenti, operatori specializzati ed educatori del Campus dell’Iri.for Sicilia Est e del loro presidente Gaetano Minincleri, aveva preannunciato l’impegno della Regione in questo ambito: “…i non vedenti e ipovedenti della Sicilia – aveva sottolineato Tusa – avranno presto un’opportunità di apprendimento in più: andando a visitare i musei, potranno toccare direttamente con le mani alcune opere d’arte o archeologiche in modo tale da recuperare con il tatto ciò che la vista non può loro offrire…”.

La rassegna ha come finalità la realizzazione di un libro tattile ecologico plastic free con anche materiali di riuso “Sebastiano Tusa. Le radici profonde nel mare”, che ogni bambino comporrà e per la cui realizzazione sono previsti attività culturali e laboratori che saranno effettuati da professionisti ed artisti, tiflologi, biologi marini, pescatori, subacquei, archeologi subacquei, architetti, scrittori, attori.

I protagonisti sono dunque i bambini dell’Istituto Comprensivo Leonardo Sciascia nel quartiere Zen, guidati dalla dirigente scolastica Stefania Cocuzza, ed i bambini utenti dell’Istituto Ciechi “Florio e Salamone” di Palermo.

Le attività e i laboratori si terranno fra l’Arsenale della Marina Regia, sede della Soprintendenza del Mare, l’Istituto dei Ciechi Florio e Salamone e il Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea.

News Correlate